Erice, la Cronoscalata raddoppia

0
388

Saranno due, e non più una, le gare che si disputeranno sabato 18 e domenica 19 aprile lungo gli ormai tradizionali tornanti della strada provinciale Immacolatella – Erice. Accanto alla 57^ edizione della gara riservata alle vetture moderne e che sarà valida anche come prova di apertura del Campionato Italiano Velocità della Montagna, quest’anno si terrà anche la “prima salita storica Monte Erice”, riservata esclusivamente alle auto storiche. Una scelta fortemente voluta dal consiglio direttivo dell’Ac Trapani e dal presidente Giovanni Pellegrino in modo da eliminare, di fatto, il limite di 35 vetture storiche che potevano gareggiare in aggiunta a quelle moderne.

«In questo modo – afferma Pellegrino – contiamo di venire incontro alle esigenze dei tanti appassionati i quali, negli anni passati, non potevano partecipare alla “loro” gara perché il numero massimo di iscritti tra le auto storiche veniva raggiunto facilmente. È chiaro – evidenzia – che abbiamo dovuto affrontare un nuovo sforzo economico, ma lo abbiamo fatto ben consapevoli che, in questo modo, avremmo reso felici tanti appassionati di motori i quali, durante l’anno, attendono con trepidazione la “Monte Erice” e che, nelle ultime edizioni, spesso non avevano potuto parteciparvi a causa dell’esiguo numero di vetture che potevano essere ammesse».

A meno di due mesi dalla gara, nel frattempo, l’Ac Trapani ha già provveduto ad inviare i regolamenti alla federazione. E, considerato che quest’anno si terranno due gare distinte, seppur quella delle auto storiche sia abbinata a quella delle moderne, sono stati due i regolamenti predisposti ed inviati agli uffici della federazione.

«Stiamo rispettando perfettamente i tempi organizzativi previsti per la gara – conclude il presidente -. La Monte Erice, vanto sportivo della provincia trapanese, è pronta a fare la sua parte».