Ennesimo pacco di droga rinvenuto in spiaggia nel trapanese. Indagano i Carabinieri

Ancora droga che arriva dal mare in provincia di Trapani. Pacchi tutti uguali e dello stesso peso, con la stessa sostanza, imballata sempre in modo identico.  Nei pressi della frazione di Tre Fontane, nel territorio di  Campobello di Mazara, i Carabinieri della locale Stazione, su segnalazione di un cittadino, hanno rinvenuto proprio sulla battigia, l’ennesimo  involucro, in buono stato di conservazione. Il pacco conteneva in totale 300 panetti di “hashish”,  tutti  confezionati   con   cellophane   e   nastro   adesivo,   per   un   peso complessivo di kg 36. I panetti sono stati sottoposti a sequestro. La droga se fosse stata venduta al dettaglio avrebbe fruttato circa 300 mila euro. Dall’inizio del 2021 questo è il terzo  ritrovamento  nella  provincia  del  trapanese. Il 17 gennaio infatti a Pizzolungo, i Carabinieri della Compagnia di Trapani, avevano rinvenuto un altro pacco, il secondo dall’inizio dell’anno. Il primo,  recuperato sulle spiagge nei pressi dell’aeroporto di Birgi, era stato recuperato dai Carabinieri di Marsala. Un mistero che si infittisce e che i militari dell’arma, attraverso le indagini, stanno cercando di svelare. Non solo trapani, l’enigma dei pacchi di droga continua anche in altre province siciliane. Da Agrigento, Messina fino ad arrivare nel palermitano. Un rebus ancora tutto da sbrogliare. l’ipotesi più probabile riporterebbe alla necessità dei narcotrafficanti di doversi liberare repentinamente del carico di droga perché inseguiti in mare dalle forze dell’ordine. Altre ipotesi, invece, la perdita accidentale dei pacchi tenuti in acqua sotto lo scafo, per eludere i controlli e riuscire a entrare tranquillamente nei porti. Carabinieri e polizia seguono queste, ma anche, altre piste.