Elezioni nel Palermitano

    0
    432

    In provincia di Palermo saranno 34 i comuni in cui si vota il 6 e 7 maggio prossimi. A Balestrate i candidati a ricoprire la poltrona di primo cittadino sono tre. Per la lista civica la Svolta si candida a Sindaco l’ex ragioniere capo del comune Pietro Barone. In lista figura il nome del sindaco uscente Tonino Palazzolo. Poi ci riprova Salvatore Milazzo con la lista civica denominata Progetto Balestrate che vede come assessori designati due volti noti della politica locale: l’ex sindaco Salvatore Bonaviri e poi Salvatore Ferrara. Per la lista civica Spazio Comune, che ha già designato  4 assessori, si candida a Sindaco Vito Rizzo. A Trappeto invece sarà sfida a due per la poltrona di Sindaco. Si ricandida l’uscente Pino Muscolino con la lista civica Insieme per Trappeto con lo slogan Cambiare si deve…nel segno della continuità.  Lo sfidante sarà Giuseppe Vitale sostenuto dalla lista civica “Trappeto che vogliamo”. Sono tre i candidati a sindaco a San Cipirrello.  Si tratta del sindaco uscente Antonio Giammalva sostenuto dalla lista “Per San Cipirello – Giammalva Sindaco”, Franco Miraglia candidato della lista “Con Miraglia sindaco si cambia” ed Angelo Sergio Todaro appoggiato dalla lista “Gente comune per il bene comune – Todaro Sindaco”.“ Saranno 4 invece i candidati a sindaco per il comune di San Giuseppe Jato. Si sfidano Rosario Agostaro (lista civica Agostaro sindaco), Alessandro Costanza (Insieme per cambiare – Costanza sindaco), Davide Licari (Libero movimento democratico) ed Angelo Valenza (Grande Sud – Valenza sindaco).“ A Corleone invece ci sono tre candidati: Giuseppe Cipriani, Mario Midulla e Lea Savona. A Giardinello sfida a tre: Marcello Bommarito, Mario Caruso e Giovanni Geloso. Infine sono tre i candidati a sindaco che il prossimo 6 e 7 maggio si sfideranno per contendersi la poltrona di Primo cittadino del Comune di Camporeale. Sono Vincenzo Cacioppo, sostenuto dalla lista “Noi per Camporeale”, Salvatore Zuppardo, appoggiato dalla lista “Camporeale Unita” e Antonino Alessandro, sostenuto dalla lista “Caporeale sostenibile”.