Elezioni comunali ad Alcamo. Riunione centrodestra, presenti Udc e CentrAli

Incontri ravvicinati di vario tipo in abitazioni private dei luoghi di villeggiatura per evitare di essere notati in qualche locale pubblico e quindi dare adito a supposizioni che potrebbero danneggiare accordi che stanno per tagliare il traguardo. Il più attivo è il centrodestra che sta mettendo al suo posto gli ultimi tasselli per formare una corazzata in grado di sconfiggere il M5S che, alle ultime comunali, fece il pieno dei voti. Allora era forte l’onda d’urto e faceva presa Peppe Grillo, oggi le quotazioni sono in ribasso. Ma le elezioni comunali hanno caratteristiche particolari. Si dà spesso il voto ad un amico o conoscente senza badare alle ideologie politiche.

La scalata al Palazzo di città per il centrodestra sarà possibile solo con un candidato sindaco credibile e senza quei giochi e giochini che sono le lotte per avere un assessore nella squadra del primo cittadino. L’uscente Domenico Surdi gode di buona popolarità e da tempo ha iniziato la campagna elettorale sotto forma di bombardamento di immagini sui social di quanto fatto e continua a fare per la città di Alcamo. Intanto un gruppo di esponenti del centrodestra: Forza Italia, Diventerà Bellissima, Fratelli d’Italia e la novità la presenza dell’Udc di Mimmo Turano e di CentrAli per la Sicilia, il cui leader è l’ex sindaco Giacomo Scala si sono riuniti ieri sera decidendo di chiudere il cerchio per la sindacatura nel vertice allargato anche ai movimenti in programma per mercoledì sera.

La novità è quella della presenza di CentrAli per la Sicilia e ricordiamo che le ultime due importanti opere della città: Cittadella dei Giovani e Anfiteatro si devono all’amministrazione Scala, sotto la cui guida Alcamo era invidiata in Italia per il servizio di pulizia in città. Viaggia col vento in poppa il movimento Via, valori, impegno azione, ispirato dall’ex senatore Nino Papania, nel recente passato uno dei leader siciliani del Pd. Nessun segnale arriva dal Pd alcamese, che nel periodo Papania-Scala in proporzione agli abitanti per numero di voti era il primo partito in Italia. Annaspano i democratici. Pochi segnali arrivano dal direttivo, capeggiato da Nicola Bambina, che alle ultime comunali toccò  i minimi storici con due eletti, Giacomo Sucameli e Filippo Cracchiolo, che si ricandiderà. Si ricandida con Via, l’uscente Giovanni Calandrino e nel centrodestra il ritorno di Ignazio Caldarella, espero di abusivismo edilizio e con il piano di ricreare la scuola Arti e Mestieri. Sembrano imboccare strade diverse i componenti del movimento Abc poiché due consiglieri uscenti Caterina Camarda e Mauro Ruisi hanno deciso di sostenere il sindaco uscente Domenico Surdi, mentre Gino Piò “preferisce non prendere posizione sulla scelta di Ruisi e Camarda”.

Per la sindacatura Leonardo Di Franco per il Forum civico, ispirato dall’ex deputato dei Verdi, l’alcamese Massimo Fundarò.  Il Forum Civico per Alcamo fa parte della coalizione dei  Verdi, Cento Passi, associazioni ambientaliste. Vi fa parte anche il deputato regionale alcamese ex M5S Valentina Palmeri, che potrebbe essere l’asso nella manica da uscire al momento opportuno per la corsa a sindaco. “Progettiamo insieme la città del futuro” è lo slogan del Forum Mentre i parlamentari Ignazio Corrao e Antonio Lombardo porteranno acqua al mulino di Domenico Surdi.