Elezioni amministrative ad Alcamo, tutte accettate liste e candidature

Tutte accettate le liste e le candidature per le prossime elezioni amministrative del 5 giugno ad Alcamo. La commissione elettorale del Comune, dopo quasi 48 ore, ha completato il lavoro accettando quindi tutte e 12 le liste depositate con al seguito i 281 candidati al consiglio comunale e gli 8 candidati sindaco collegati. Restano soltanto da integrare alcuni documenti per 6 liste ma si tratta soltanto di formalità assolutamente non di sostanza e quindi facilmente superabili. Alcamo per la prima volta si appresta ad andare al voto con una novità elettorale: la doppia preferenza con possibilità quindi di esprimere un solo voto come prima oppure anche una seconda preferenza per una donna che sia però della stessa lista del candidato votato al consiglio. Altra novità sarà la riduzione dei consiglieri: si passa dagli attuali 30 consiglieri a 24, quindi con una riduzione di 6 scranni. I candidati sindaco sono otto che citiamo in odine alfabetico con le relative liste: Giuseppe Benenati, avvocato di 61 anni già candidato sindaco alle amministrative del 2007, appoggiato dalla sola lista del Psi;
Alessandro Calvaruso, libero professionista di 48 anni, consigliere comunale uscente ed ex assessore, si è presentato con una lista civica “La tua città”;
Vincenzo Cusumano, 51 anni, dirigente alla Regione Sicilia ed ex segretario del Pd cittadino. Due le liste a suo sostegno, dei Democratici e dello scudocrociato.
Sebastiano Dara, avvocato di 49 anni, consigliere comunale uscente, si presenta con due liste a sostegno complete ciascuna di 24 candidati al consiglio comunale. Le liste civiche a suo sostegno sono “Abc-Alcamo Bene Comune” e “Alcamo cambierà! Sebastiano Dara sindaco”;
Mariella Grimaudo, 58 anni, dirigente scolastica, unica candidata sindaco donna, è affiancata da due liste: la civica “Cittadini per Alcamo” che ingloba il movimento Nuova presenza e Rosa fresca aulentissima, e Pdr Sicilia Futura;
Baldassare Lauria, 51 anni, ex consigliere provinciale, è invece l’aspirante primo cittadino vicino alle posizioni del deputato regionale Nello Musumeci e sostenuto sin dal primo momento dal movimento “Noi con Salvini”. Due le liste civiche che lo appoggiano: “Lauria sindaco-Noi x Alcamo” e “Insieme si può”; Domenico Surdi, 33 anni anche lui avvocato, è sostenuto da una sola lista, quella del Movimento 5 Stelle, completa di tutti e 24 i candidati, divisi equamente tra uomini e donne;
Antonino Vallone, docente di 55 anni, proveniente da un’esperienza nel movimento Modi dove ha ricoperto la carica di presidente. Si è presentato con una sola lista civica a sostegno, “Progetto Alcamo-Vallone sindaco”, unica presentata con soli 17 consiglieri mentre tutte le altre sono complete con i 24 nominativi.