Edifici scolastici, studio della Cgil. Molti privi di agibilità

Edifici scolastici privi di certificazioni di agibilità, di conformità ai vincoli sismici e di antincendio. Ma anche con barriere architettoniche e spazi insufficienti rispetto alle esigenze della didattica. E’ la radiografia delle scuole dell’Isola scattata da uno studio realizzato dalla Cgil sui dati Ares (Anagrafe regionale edilizia scolastica) e “Scuole in chiaro”. L’indagine sarà completata “sul campo” attraverso la distribuzione di un questionario della Cgil nelle scuole. Su 4.173 edifici scolastici il 70 per cento non ha la certificazione di agibilità e l’80 la certificazione antincendio. Delle 498 scuole in possesso della certificazione antincendio solo il 10 per cento ha il nulla osta provvisorio. Inoltre il 37 per cento degli edifici (1.551) non ha la certificazione di idoneità per gli impianti elettrici. Sono 3.700 le scuole siciliane che si trovano in zona sismica 1 e 2 ma, nonostante questo, solo 488 hanno la certificazione di conformità ai vincoli sismici e solo il 25 per cento è progettato a norma antisismica. Non va meglio sul fronte delle barriere architettoniche: 1.443 edifici scolastici, il 34 per cento del totale, non è pienamente accessibile. E nel 9 per cento degli edifici c’è ancora il problema dell’amianto. Lo studio della Cgil indica 72 scuole di cui 28 a Palermo e 13 a Trapani. La Cgil, completata l’indagine sul campo, “lancerà un’iniziativa di vertenze a tappeto, con tutti gli interlocutori con cui sarà necessario”.