Calcio. Ecatombe Trapani, scudetto al Campobasso per 5 a 1. Antonini resta (Intervista)

0
199

Una chiusura, di una stagione esaltante, davvero difficile da prendere. Il Trapani, dopo avere inanellato record su record, conquistata la promozione in serie C e trionfato in Coppa Italia, busca cinque inattesi ceffoni dal Campobasso e perde la finalissima per lo scudetto, ultimo obiettivo stagionale, per 5 a 1. I granata, come confermato a fine gara dal tecnico Alfio Torrisi e dal patron Valerio Antonini sono arrivati all’epilogo stagionale stanchissimi. Vero è che anche il Campobasso si è ritrovato ad allungare la stagione fino a metà giugno ma i molisani hanno avuto tanti impegni in meno. Quelli di Coppa, trofeo dal quale sono stati eliminati da diversi mesi. Il Trapani, invece, ha giocato tutta la manifestazione fino a vincerla ai danni del Follonica. Ieri, sul neutro di Grosseto, i trapanesi hanno subito in avvio due reti abbastanza fortunose. I molisani insistono, di fronte ad una squadra che sembra imbambolata, e riescono addirittura a raggiungere il 4 a 0 al 23esimo minuto di gioco. Il Trapani accorcia le distanze, su rigore, con Kragl alla mezz’ora ma dopo venti minuti della ripresa subiscono la quinta sberla. Finisce 5 a 1. Un disastro che però spinge Valerio Antonini a smentire categoricamente le voci di un ripensamento sulla sua permanenza a Trapani. Mister Torrisi, invece, con sportività delinea gli aspetti del match che ha assegnato al Campobasso lo scudetto dilettanti