E’ Cristina Correnti, presidente decaduto, il commissario regionale FIP

Come era nelle aspettative Maria Cristina Correnti, presidente di FIP Sicilia, decaduta a causa delle dimissioni di massa del consiglio regionale, è stata nominata commissario della stessa federazione cestistica. Una scelta prevista dallo statuto ma probabilmente non di assoluta opportunità in quanto la dirigente messinese potrà così dar vita, con ampi poteri, alla sua campagna elettorale.

Le società siciliane che fanno basket dovranno adesso essere convocate, per eleggere il direttivo federale, entro 90 giorni. Insomma FIP Sicilia, entro l’estate, dovrebbe avere un nuovo presidente e un nuovo comitato, ritardi causati dal covid, permettendo.  Dopo poco più di nove mesi la pallacanestro isolana dovrà nuovamente eleggere i suoi vertici. Il 6 settembre scorso il risultato delle urne era stato alquanto anomalo. Presidenza all’ex nazionale, la messinese Correnti, ma intera composizione del direttivo alla lista acerrima nemica, quella dell’uscente Riccardo Caruso, castellammarese.

Un paio di settimane fa sono quindi arrivate le dimissioni del vice presidente Cinzia Savoca e dei consiglieri Caudo, Caltabiano, Coppa, Cocuzza e Lo Giudice. Dimissioni definite dagli interessati necessarie e improcrastinabili, vista l’impossibilità di poter assolvere in maniera compiuta al loro ruolo. La goccia che aveva fatto traboccare il vaso, un incarico da parte della Correnti al catanese Michelangelo Sangriorio, dirigente con problemi con la stessa FIP e in particolar modo con la vice-presidente Savoca, parte lesa in un procedimento federale e in uno penale.

Sangiorgio si è poi dimesso e probabilmente questo ha consentito alla Correnti di ottenere da Roma la nomina di commissario. Momento sicuramente poco idilliaco per federbasket siciliana già spaccatasi per assegnare gli incarichi di delegati provinciali. Da Roma era stato infatti inviato un commissario ad acta.