“Duello” cruento in centro, ad Alcamo, con tanto sangue. Tre punti di sutura per tunisino

Questa mattina il teatro della furibonda lite, a colpi di bottiglia di vetro, sembrava un campo di battaglia. Fioriere e vasi divelti, tantissimo sangue sul marciapiedi. Il furibondo “duello” si è tenuto ad Alcamo, lungo il centralissimo corso 6 Aprile, a pochi passi dall’incrocio con via Vittorio Veneto.

La lite é scoppiata per futili motivi e forse anche a causa dei fumi dell’alcol. Protagonisti due nordafricani che si sono affrontati dapprima ‘corpi a corpo’ e poi con pericolose bottiglie rotte di vetro. Ad avere la peggio un tunisino, accompagnato poi in ospedale dalla volante della polizia giunta sul posto. Per lui, che sul posto dello scontro ha perduto tantissimo sangue, sono stati necessari tre ou ti di sutura a un braccio.

L’extra-comunitario, sia agli agenti che ai sanitari del pronto soccorso, non è riuscito a fornire elementi utili per risalire all’altro protagonista della lite. L’uomo non riusciva a farsi capire a causa della lingua. Secondo alcuni passanti, però, sarebbe pure nordafricano anche l’altro protagonista della violenta lite.