Droga, market ‘familiare’. Arresti e denunce per padre, madre e figlio

Detenzione e spaccio di stupefacenti ma anche detenzione illegale di specie animale protetta. I carabinieri di Trapani Borgo Annunziata e di Erice, con il supporto del Nucleo Cites e dei Cinofili di Palermo Villagrazia, hanno così arrestato per droga 2 persone, marito e moglie, e denunciato l’uomo per detenzione illegale di animali appartenenti a specie protette. Si tratta di un’intera famiglia, padre, madre e figlio 20enne, residenti a Casa Santa, frazione a valle del comune della vetta.

Nel corso di un servizio antidroga, i carabinieri hanno perquisito l’abitazione della famiglia Augugliaro, e il buon fiuto del pastore tedesco Ron ha permesso di rinvenire, nascoste in un cassetto, stupefacenti di vario tipo: 172 grammi di hashish, una decina di cocaina, 5 di marijuana oltre a 2 bilancini di precisione, materiale vario idoneo al confezionamento delle dosi e 3.600,00 euro in banconote di vario taglio.

Durante la stessa perquisizione sono state rinvenute tre tartarughe Testudo Hermanni e un cardellino Carduelis Carduelis, esemplari appartenenti a specie protette rispettivamente dalla Convenzione di Washington e da quella di Berna, tutti sprovvisti della documentazione attestante la legale acquisizione e la legittima provenienza: per tale motivo è scattata la denuncia a carico del padre. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, compresi gli esemplari protetti che, grazie all’intervento dei Carabinieri Forestali del Cites, sono stati affidati alle cure del Centro Recupero Fauna Selvatica di Ficuzza a Corleone.

Gli arrestati, marito e moglie, sono stati posti ai domiciliari. Per l’umo è anche scattato l’obbligo di dimora nel territorio comunale di Erice. Il figlio ventenne è invece stato denunciato per droga.