Donna sepolta dalle macerie salvata dai carabinieri

    Provvidenziale intervento dei carabinieri, che hanno salvato la vita ad una donna sepolta dalle macerie.

    E’ accaduto a Carini verso le ore 22.30 circa di ieri, in via Peonie 72, all’interno di un’abitazione, dove, per cause in corso di accertamento, si è verificata un’esplosione di due bombole del gas.

    La donna di 39 anni, investita dall’esplosione è stata letteralmente sepolta dalle macerie. Una pattuglia dei Carabinieri di Carini, immediatamente intervenuti sul posto, dopo essere entrati nell’appartamento in fiamme, l’hannotratta in salvo.

    Intanto richiesto l’intervento di Vigili del Fuoco di Palermo, questi ultimi sono riusciti a domare le fiamme che nel frattempo avevano  l’appartamento.

    La donna, tempestivamente soccorsa dal personale sanitario del 118, è stata trasportata tramite ambulanza presso l’Ospedale Villa Sofia di Palermo, dove è stata ricoverata: ha riportato fratture alla gamba ed al polso destri, ustioni, escoriazioni e contusioni varie, ma non è in pericolo di vita.

    Sono in corso indagini dei Carabinieri e Vigili del Fuoco per accertare e ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.