Denise Pipitone. Segnalazione in Calabria ma anche tracce della donna di Milano

Oramai il caso di Denise Pipitone è ritornato di primissima attualità ed anzi è diventato quello che tiene più banco in tutte le trasmissioni televisive d’inchiesta sia sulla Rai che sui canali Mediaset e Sky. Un forte impulso è stato dato dalla storia della ragazza russa alla ricerca della madre, poi rivelatasi una bufala e per di più malgestita dalla tv russa Primo Canale, ma anche dalla recente offerta di Tony Di Piazza, siculo-americano.

L’imprenditore, uno dei fondatori del nuovo Palermo Calcio, ha infatti offerto 50.000 dollari a che rendesse notizie utili e fondate su Denise Pipieotne, la bimba scomparsa da Mazara del Vallo, il primo settembre del 2004. Adesso è arrivata una nuova possibile svolta.

In Calabria i carabinieri stanno infatti eseguendo controlli su una ragazza di 21 anni, di origini romene, che vive a Scalea, in provincia di Cosenza. Secondo la segnalazione di un cittadino, come riporta l’agenzia Ansa, potrebbe trattarsi della bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel settembre del 2004. Sono diverse le circostanze, secondo quanto riporta l’uomo calabrese autore della segnalazione, che potrebbero far ipotizzare la verosimiglianza di quanto riferito.

La ragazza, secondo quanto hanno dichiarato gli stessi carabinieri che stanno procedendo ai controlli, non si è sottratta alle verifiche sulla sua identità e ha fornito anche i nomi degli attuali genitori più altre informazioni utili per ricostruire il suo passato. Adesso spetta alla Procura della Repubblica di Marsala, che ha riaperto le indagini su Denise, a decidere se procedere o meno con la comparazione del dna per accertare che la ragazza di origini romene sia veramente la bimba mazarese, oggi donna.

Dagli avvistamenti a Milano o in Grecia in compagnia di nomadi, nel Lazio ad Anzio, alle indagini su Jessica Pulizzi e Anna Corona, quest’ultima ex moglie di Piero Pulizzi, padre naturale di Denise ed oggi marito di Piera Maggio. Dopo gli ultimi sviluppi, proprio ieri a Mattino 5, l’avvocato della famiglia, Giacomo Frazzitta, aveva dichiarato di essere sulle tracce della donna filmata a Milano un mese dopo la scomparsa di Denise in compagnia di una bambina molto somigliante alla piccola scomparsa. “Non sappiamo se quella bambina, ormai adulta, che appare nel video di Felice Grieco realizzato il 18 ottobre 2004 possa essere Denise Pipitone, ma oggi è importante trovare la donna che era con quel minore”. Poi è arrivata la pista calabrese.