Da lunedì vaccini per gli ‘isolani’, da venerdì gli over 50. Contagi in calo “telecomandato”?

Da giovedì sera alle 20 sono partite le prenotazioni per i vaccini riservate agli over 50, vale a dire fino ai nati nel 1971. Le dosi, del siero AstraZeneca, saranno inoculate a partire da venerdì della prossina settimana in tutti i centri vaccinali e gli hub della Sicilia. Sempre due giorni fa sono state avviate anche le prenotazioni per tutti residenti delle isole minori. In questo fine-settimana si comincia con Salina mentre da lunedì cominceranno le vaccinazioni anche nel trapanese, a Favignana e Pantelleria.

L’ASP e la protezione civile ha già definito appositi punti vaccinali. Nella principale isola delle Egadi e in quella pantesca, definita la ‘perla del Mediterraneo’, tutti i giorni a partire da lunedì, dalle 9 del mattino e fino alle ore 18, domenica compresa, gli isolani potranno vaccinarsi rispettivamente presso l’ex tonnara Florio, nel capoluogo eguseo, e alla Mediateca di via San Leonardo, a Pantelleria.

Al fine di rendere agevoli le operazioni di somministrazione dei vaccini l’ASP ha invitato i residenti a presentarsi secondo un calendario stabilito. Gli over 60, compreso i nati nel 1961, nelle giornate di lunedì, martedì e mercoledì della prossima settimana, mentre tutte le altre fasce d’età da giovedì 13 maggio fino a completa immunizzazione delle due isole. Intanto il numero degli attualmente positivi sta calando dappertutto, anche ad Alcamo e in tutta la provincia di Trapani. Un decremento che, alla luce dello s6tesso periodo dello scorso anno, sembra quasi telecomandato.

Lungi da noi parlare di sdati pilotati o di negazionismo, il virus e i contagi ci sono e purtroppo lasciano il segno, ma il saliscendi dei positivi e la colorazione delle regioni, in precise fasce temporali, (vedi l’approssimarsi dell’estate o le festività) non può che far riflettere. Insomma siamo certi che le scelte del governo siano esclusivamente legate alla sanità e alla salute dei cittadini o siano anche politiche e suggerite dalle esigenze dell’economia? Forse non ci sarà mai una risposta o verrà data fra alcuni anni. L’importante, per adesso, è sempre rispettare le norme anti-contagio e vaccinarsi il più possibile, a prescindere dalla marca del siero.