C/vetrano – Sospettati di agevolare latitanza di Matteo Messina Denaro, 30 perquisizioni

Oltre 130 uomini della Polizia di Stato sono stati impegnati, dalle prime luci dell’alba di oggi, in una serie di perquisizioni a Castelvetrano e nelle campagne circostanti, finalizzate a colpire i fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro. Sono 30 gli indagati nell’operazione condotta dalla Polizia di Stato e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo. Si tratta di soggetti che, nel corso degli anni, sono stati arrestati per mafia, o che hanno avuto collegamenti e frequentazioni con appartenenti a “Cosa nostra”, e di persone che, storicamente, sono state in stretti rapporti con il superlatitante. Ora la DDA di Palermo, su segnalazione della Polizia di Stato, li ha sottoposti a una nuova indagine perché sospettati di agevolare la latitanza del capomafia della provincia di Trapani. Uomini del servizio centrale operativo, delle squadre mobili di Palermo e di Trapani e del reparto Prevenzione Crimine hanno perquisito edifici, abitazioni, attività commerciali e masserie nella disponibilità degli indagati.