Custonaci-Prosegue “Regina Pacis”, domani il finale

0
395

 

Un momento ricco di arte e devozione quello della svelatura, ieri pomeriggio, della stazione marmorea n. 10 della Via Crucis “Gesù è spogliato delle vesti”, all’interno di “Regina Pacis – Faro di Pace nel Mediterraneo”. Organizzato dal Comune di Custonaci, l’evento mette al centro la statua marmorea sul promontorio di Cerriolo, venerata col titolo di “Regina Pacis”, in prossimità del Santuario di Maria SS. di Custonaci. Un manifestazione con talk show, presentazioni di libri e spettacoli, iniziata giovedì scorso e che si concluderà domani. L’intento quello di creare momenti di comunione e scambio culturale, di incontro interreligioso, di riflessione sul senso della storia e sulle sfide del futuro. Nel contempo, la kermesse vuole promuovere il turismo religioso, vista la peculiarità mariana della città di Custonaci, che è l’unica “Civitas Mariae” della Sicilia decretata dalla Chiesa. Nella particolare location, delle opere in marmo propongono una Via Crucis lungo un cammino suggestivo, immerso nel verde e nella quiete. “Ad oggi – ha evidenziato il sindaco Giuseppe Bica — sono state collocate sei stazioni marmoree della Via Crucis che si snodano su di un percorso che scende lungo la vallata del Parco Cerriolo. L’obiettivo è quello di completare negli anni la Via Crucis con le altre stazioni marmoree”. Secondo la tradizione, infatti, le stazioni sono quattordici. Eccezionalmente il rito viene ultimato con la quindicesima stazione, che coincide con la Resurrezione di Gesù nel sepolcro. Le opere sono state realizzate da Giuseppe Cortese. La svelatura di ieri è stata accompagnata dal “Concerto Lirico al tramonto” della corale parrocchiale “Et Ero Custos”, diretta dal M° Giuseppe Buffa. A seguire, in Piazza Municipio, la presentazione del libro “Tabernacolo della Memoria – La Chiesa locale tra storia e teologia” del vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli, con l’intervento del giornalista Fabio Pace. Questa sera alle ore 21.30, sempre in Piazza Municipio, in programma il talk show “Testimonianze ed esperienze sul dialogo interreligioso” con Youssef Sbai, vicepresidente Unione delle Comunità Islamiche d’Italia e Giusy Brogna, referente del movimento dei “Focolari” in Italia per il dialogo con l’Islam. Un modo per raccontare testimonianze di rapporti semplici ed autentici tra credenti che pur rimanendo fedeli alle proprie identità religiose, si sono impegnati a condividere valori comuni e a valorizzare le differenze, viste e vissute non come limiti, ma come ricchezze da tramettere agli altri. A condurre la giornalista Ornella Fulco. A seguire music show con Faisal Taher & Tino Finocchiaro, entrambi ex componenti di una delle band siciliane più famose a livello internazionale tra gli anni 80/90, i Kunsertu, che nella loro musica miscelavano le tradizioni provenienti da diversi angoli del mediterraneo, Sicilia e Maghreb, con influenze provenienti dall’Africa. Regina Pacis si concluderà domani, domenica, in Piazza Municipio con la proiezione di un documentario sul turismo religioso realizzato da MariaVision, televisione cattolica internazionale che ha un centro di produzione italiano presso la Delegazione pontificia della Santa Casa di Loreto. Concerto finale con l’associazione musicale “Città di Custonaci”.