Crescita lieve in provincia tranne Castelvetrano (+24). Scende Trapani, preoccupa San Vito

Due ricoveri in più, stesso numero di decessi, 19 negativizzazioni e la somma degli attualmente positivi che sale a 1072 (+39 rispetto al giorno precedente), 60 tamponi molecolari in meno e piccola riduzione (da 655 a 64) anche per i test antigeni. Questo il quadro del contagio e dei positivi in provincia di Trapani dove il capoluogo è stata nuovamente avvicinato da Alcamo. La cittadina alcamese, infatti, ha segnato un aumento di 4 nuovi positivi, portando il totale a 212, mentre il comune trapanese scende da 223 a 213 rimanendo in testa alla triste graduatoria. Buon decremento anche a Erice, da 54 a 48.

Torna a schizzare in alto Castelvetrano che mostra un andamento alquanto altalenante. La cittadina belicina, scesa nei giorni scorsa a  56, è risalita vertiginosamente, in sole 24 ore, a quota 80. Ma se il territorio castelvetranese racchiude circa 31.000 abitanti, molti meno sono quelli che invece vivono a San Vito Lo capo, rinomatissima stazione turistico-balneare. Nel piccolo centro, 4.800 abitanti, è stato segnata un’ulteriore impennata di 8 nuovi positivi che ha portato il totale a 32. Significa quindi un positivo ogni 150 abitanti. Crescono anche Marsala (+6), Mazara del Vallo (+5), Salemi (+3) e Campobello di Mazara (+2). Un caso positivo in più a Calatafimi, Paceco e Partanna.

Per il resto rimane tutto quasi immutato con Buseto Palizzolo, Favignana e Petrosino che scendono di una unità. I comun meno colpiti in provincia sono alcuni belicini: Poggiorale (1), Santa Nifa e Vita (2), Salaparuta (3), Calatafimi (4). In tripla cifra, infine, oltre a Trapani e Alcamo, c’è soltanto Marsala (138) mentre si avvicina a quota 100 anche Mazara del Vallo (94). Quindi Castelvetrano 80 e poi Castellammare del Golfo (53) ed Erice 48.