Covid, Alcamo tocca quota 100 (media 15 casi al giorno). Positivo anche medico delle USCA

Un incremento medio quotidiano tra i 15 e i 20 casi. Alcamo è la città della provincia in cui il virus gira più velocemente. Il capoluogo mantiene comunque la vetta di questa amara classifica toccando la cifra di 107. Al terzo posto sale Castelvetrano che supera quota 80. Come affermato dal sindaco Surdi non si prevedono misure drastiche di restrizione ma non sono escluse, aggiungiamo noi, qualora i contagi non dovessero diminuire.

Intanto un medico alcamese delle USCA, le unità di task-force che quotidianamente fanno tamponi, pianificano l’azione e danno assistenza agli ammalati, é stato contagiato. É stato quindi necessario chiudere l’ufficio che sorge nei locali della Emergenza Urgenza di via Pindemonte. I dirigenti scolastici, dopo una vasta diversificazione, non sono riusciti a uniformarsi. Soltanto alcune scuole superiori hanno disposto la didattica a distanza, almeno fino al termine del mese. Restano in aula gli studenti del ‘Fazio Allmayer’.

Casi cresciuti un po’ dappertutto, anche a Castellammare del Golfo (10 positivi). Resiste Poggioreale che è ancora Covid-free mentre Salemi dopo aver dimezzato i casi, grazie alle guarigioni, sale appena di uno e cioè alla cifra di 34. Nella cittadina belixina, oltre alla più celere negativizzazione, probabilmente bisogna dar merito ai cittadini capaci di non veicolare il virus. Cosa che purtroppo non capita ad Alcamo.