Covid, Alcamo sale di 5. Forti crescite a Mazara e San Vito. Screening per le ‘superiori’

Sale di 55 il totale degli attualmente positivi in provincia di Trapani. Gli ultimi dati segnalano purtroppo un altro decesso e due ricoverati in più nei reparti covid. Immutato il numero dei pazienti in terapia intensiva. Fra processazione di tamponi molecolari e rapid-test antigene si viaggia nel trapanese a circa 950 al giorno. Dopo la media vertiginosa di una ventina di nuovi positivi al giorno, Alcamo ha frenato sensibilmente e si è attestata su incrementi molto meno preoccupanti. Dieci negli ultimi tre giorni di cui 5 nelle ultime 24 ore.

La cittadina alcamese torna pèerò ad essere quella con più soggetti attualmente positivi, 217, e raggiunge Trapani. Seguono Marsala con 141 (+3), Mazara del Vallo a quota 106 (+12) e Castelvetrano con 83 (+). Castellammare resta con 53 positivi e precede Erice (47). Incrementi sostanziosi a Pantelleria, da 29 a 36, e a San Vito Lo Capo. In quest’ultimo centro il totale è salito a 40, questo significa che c’è un positivo ogni 117 residenti.

Per quanto riguarda la suddivisione in zone territoriali, nell’hinterland alcamese Buseto Palizzolo conferma i 7 positivi tutt’ora attivi, Castellammare del Golfo 53 come già detto mentre Calatafimi Segesta cresce di un’unità  pssando da cinque a sei. Nel circondario di Trapani restano abbatsanza attivi sia Paceco con 24 casi (+6) che Valderice con 33 (+1) e Custonaci (29 casi, +4). Lievissima decrescita a Erice che comunque si attesta attorno alle 50 positività.

Discorso diverso nella Valle del Belice dove l’unico comune che tiene ancora in ansia è Castelvetrano con i suoi 83 positivi. Qualche grattacapoa anche a Partanna (23) e Gibellina se non altro per il rapporto fra abitanti e positivi che hanno raggiunto quota 10. Per il resto Salemi ha ripreso le negativizzazioni, da 19 a 16, e gli altri centri belicini mantengono la loro ‘quasi’ immunità: Salaparuta 4, Vita 2, Poggioreale e Santa Ninfa 1.

Intanto procede lo screening disposto dall’assessorato regionale alla salute tramite i test rapidi. Alcamo (con Castelvetrano, Marsala, Mazara del Vallo e Trapani) è stato inserito fra i 23 comuni siciliani che avranno la possibilità di testare gli studenti di tutte le scuole superiori, il personale docente e non, ma anche i familiari. La partecipazione è su base volontaria. Il sito alcamese, che sarà utilizzato con il sistema del ‘drive-in’, è stato individuato in fondo al vialone di contrada Sasi, la zona artigianale-produttiva alcamese che sorge a nord-est del territorio cittadino.