Covid, ad Alcamo diciassettesimo caso e seconda vittima. Primo positivo a Borgetto

Diciassettesimo caso di nuovo coronavirus ad Alcamo. Si tratta di un uomo di 40 anni. L’esito positivo del suo tampone è pervenuto nella tarda mattinata di oggi. Intanto è stata seppellita questa mattina, con il rispetto delle rigide norme igienico-sanitarie per evitare contagi, la seconda vittima alcamese da covid-19. Per la verità si tratta della terza se si tiene conto del medico deceduto nella bergamasca dove operava e viveva da oltre 30 anni.

L’ultima vittima alcamese è invece una pensionata di 82 anni che era ricoverata, dopo avere subito un intervento cardio-chirurgico, alla clinica Villa Maria Eleonora di Palermo, proprio in quel presidio sanitario divenuto un vasto e pericoloso focolaio di contagio. L’anziana alcamese è deceduta ieri nel primo pomeriggio nella struttura palermitana dove, da diversi giorni, esattamente dal 19 marzo, non riceveva più le visite dei parenti. I sanitari non sono riusciti a trasportarla in un covid-hospital e l’ottantaduenne è deceduta all’interno della clinica che sorge a Palermo nella zona nord-ovest di Viale della Regione Siciliana.

I parenti della vittima sono stati ugualmente posti in isolamento domiciliare ad Alcamo e non hanno potuto presenziare alla tumulazione, cosa fra l’altro vietata a tutti di questi tempi. L’altra vittima alcamese, qualche giorno fa, era stato il novantunenne risultato positivo mentre si trovava ricoverato  per problemi cardiaci al “Sant’Antonio Abate” di Trapani. Anche l’anziano è deceduto fuori sede, all’interno di un ospedale, proprio come la dona ottantaduenne.

Intanto versa sempre in gravi condizioni di salute la partinicese di 72 anni, ricoverata per subire un intervento cardio-chirurgico sempre a “Villa Maria Eleonora”. E’ intubata e si trova al reparto di terapia intensiva. Infine è purtroppo arrivato anche il primo caso di coronavirus a Borgetto. Si tratta di un giovane di 27 anni, che era rientrato in paese dopo un periodo di permanenza negli Stati Uniti. Il ragazzo è in isolamento volontario ed è in buone condizioni di salute.