Covid-19, provincia verso lo zero. Ieri due contagi di “quarantenati”. Ad Alcamo cifre dimezzate

Era stata ritenuta una bomba ad orologeria, una sorta di Codogno del trapanese. Adesso la cittadina di Salemi, che era stata decretata zona rossa, dopo avere raggiunto oltre 20 casi di covid 19, su una popolazione di appena 10.000 abitanti, può esultare. Si sono infatti negativizzati anche i tamponi degli ultimi 2 pazienti che risultavano ancora positivi. La fase dell’emergenza epidemiologica a Salemi si chiude quindi con ben 24 guarigioni e un solo decesso.

Le ultime 24 ore hanno praticamente dimezzato i casi di ancora positivi in provincia di Trapani. Del 25 del giorno precedente si è scesi a 13 e finalmente anche Alcamo fa un grosso passo avanti portando il numero delle positività ancora presenti da 10 a 5. Inoltre non si registrano decessi per coronavirus da circa 20 giorni in tutta la provincia. Ieri però sono arrivati due nuovi contagi, uno a Trapani e l’altro a Valderice. Si tratta di due persone che erano già in isolamento domiciliare e che si erano sottoposte a tampone dopo il periodo di quarantena. Nessun caso autoctono ma tutti e due provenivano da fuori, uno dell’Inghilterra e l’altro dalla Lombardia.

Il coronavirus non circola più nel trapanese ed è scomparso da molti comuni dove invece si era presentato. Oltre a Salemi zero-positivi anche a Castellammare del Golfo, Buseto Palizzolo, Marsala, Gibellina, Campobello di Mazara, Erice e Paceco. Restano invece ancora positivi, compresi i due nuovi contagi di ieri, cinque persone ad Alcamo, 4 a Trapani, 3 a Valderice, 2 a Mazara del Vallo e uno a Casteolvetrano. Restano sempre 4 i ricoverati, di cui soltanto un alcamese di 73 anni in terapia intensiva, e tutti al Covid Hospital di Marsala.

L’ASP continua comunque a fare tamponi e test sierologici alla ricerca di eventuali asintomatici. L’ultimo bollettino riporta in totale 310 tamponi analizzati e 50 test.