Covid 19, preoccupa Salemi con casi raddoppiati. Per il resto piccoli incrementi

Il bollettino della Regione ha confermato gli incrementi già trapelati ieri sera e ne ha aggiunti qualche altro. Le preoccupazioni maggiori arrivano da Salemi che registra un raddoppio dei casi positivi. Il centro belicino, in sole 24 ore, è passato da 8 a 15 e ci sono ancora molte situazioni sospette, unite da un filo comune (un paio di affollate feste ai primi di marzo), per le quali si attende l’esito dei tamponi.

Per il resto Alcamo scende a 7 ma per un mero errore nel conteggio. In pratica il tampone oro-faringeo effettuato alla stessa persone due volte, è stato messo altrettante nei conti. Quindi sette positivi nella cittadina di Ciulo, l’ultimo un quarantaduenne che non sembra legato agli altri due filoni, quelli che portano al funzionario di Trapani dell’ASP e all’infermiere di 40 anni. L’uomo, per la sua attività commerciale, è stato in contatto con una molteplicità di persone quindi è impossibile risalire alla fonte del contagio.

In provincia il dato totale di 42 positivi è inoltre così suddiviso: 5 a Trapani e Marsala, 3 a Castelvetrano fra cui un medico ospedaliero, 2 a Mazara del Vallo e Paceco, un medico di Valderice ma che opera in altra sede. 582 i tamponi effettuati nel trapanese dall’inizio dell’epidemia mentre allo stato attuale, su 42 positivi, sono 14 i ricoverati fra Marsala e Trapani. Di questi, dieci sono in terapia intensiva. Il dato conferma che fra coloro che vengono contagiati dal nuovo coronavirus, il 2,4% finisce in rianimazione/terapia intensiva.

 

 

otto ad Alcamo e Salemi, 5 a Trapani e Marsala, due a Mazara del Vallo e altrettanti a Paceco, uno a Valderice e un altro ad Erice.