Coronaviurs, Candela nominato coordinatore di un apposito organismo

Dopo la guida dell’Asp di Palermo sotto il governo di Rosario Crocetta, era praticamente sparito dalla scena ma adesso è tornato alla ribalta grazie alla nomina, un po’ a sorpresa, da parte del governo Musumeci. Antonino Candela, 55 anni, ex  direttore generale dell’Asp palermitana, medaglia d’argento al merito nella sanità pubblica, è stato nominato, dal presidente Nello Musumeci, preposto e coordinatore dell’emergenza Coronavirus in Sicilia.

Nel provvedimento del governatore, che dà seguito a un’ordinanza del capo del dipartimento della Protezione, viene istituita la struttura sanitaria che supporterà questa nuova figura nata a causa dell’emergenza sanitaria. Candela relazionerà direttamente al presidente della Regione. All’interno dei dipartimenti pianificazione strategica, attività sanitarie e osservatorio epidemiologico, protezione civile il neo coordinatore dell’emergenza potrà individuare il personale tecnico-amministrativo a supporto della nuova struttura. Istituito, inoltre, il comitato tecnico scientifico per l’emergenza coronavirus con funzioni consultive e di validazione tecnico-scientifica degli indirizzi impartiti.

L’incarico di Antonino Candela è di 3 mesi ma è anche rinnovabile. Intanto ieri sono stati distribuiti agli ospedali siciliani, ma non tutti, i presidi di protezione che erano ormai carenti come anche i tamponi. La distribuzione è ancora in corso e dovrà avvenire entro stasera. In alcune postazioni del 118, questa mattina, alcuni operatori hanno vivacemente protestato per la mancanza delle mascherine e degli altri dispositivi di protezione.