Coronavirus, tiene la provincia di Trapani. Nessun contagio, diminuiscono le richieste di intervento

La provincia di Trapani è l’unica in Sicilia, assieme a quella di Caltanissetta, a non avere registrato finora alcun caso di coronavirus. Mentre i contagi crescono nelle altre province siciliane, seppur senza galoppare come avviene altrove, nel trapanese si vive una situazione quasi da isola felice anche se ASP e prefettura hanno già predisposto un piano di massima allerta. Altra notizia incoraggiante è quella che negli ultimi due giorni sono addirittura diminuite le richieste di intervento ai numeri dell’emergenza.

Il vero banco di prova parte comunque adesso, non soltanto per l’arrivo delle restrizioni fino a ieri previste soltanto per le regioni del Nord ma anche per capire cosa accadrà con il rientro di migliaia di persone, anche alla zone rosse. Finora in provincia di Trapani sono oltre 7.000 coloro che hanno autodenunciato il loro rientro o che sono stati individuati da compagnie aeree e ferrovie. Potrebbero comunque essere anche di più qualora qualcuno fosse riuscito a fare il furbo, una furbizia che però sarebbe meglio definire idiozia. Questo è davvero il momento in cui gli abitanti della provincia più ad ovest della Sicilia hanno l’occasione per dimostrare di essere virtuosi. Bisogna mettere in pratica tutte le precauzioni, dai giovani agli anziani. Siamo tutti sulla stessa barca. Il coronavirus ha in pratica eliminato ogni tipo di gap e differenze fra le diverse zone dell’Italia e fra i vari ceti.

A proposito di precauzioni, anche al San Vito e Santo Spirito nessuno entrerà più per prenotare visite ed esami. Anche chi avrà bisogno del pronto soccorso sarà fermato e visitato nel pre-triage. All’interno dell’ospedale alcamese non sono state montate le tende per ottemperare a tali funzioni che invece saranno espletate nei locali di quella che, fino a un paio di giorni fa, era la portineria in muratura del nosocomio.