Coppa Italia a Courmayeur, Catalano cappotta ma è splendido quinto (VIDEO)

Continua a stupire il campioncino alcamese della mountain bike, Samuele Catalano, che ieri ha sbalordito tecnici e dirigenti nazionali conquistano, in rimonta, un quinto posto assoluto alla prova di Coppa Italia svoltasi tra i sentieri dello splendido scenario alpino di Courmayuer, una delle perle del turismo invernale della Valle d’Aosta. Il sedicenne alcamese, che gareggia nella categoria allievi secondo ano, cresce gara dopo gara e ieri, nonostante una partenza ad handicap in cui ha accumulato un ampio ritardo dalla testa della corsa, ha firmato un’eccezionale rimonta chiudendo al quinto posto e salendo sul gradino più basso del podio.

Negli ultimi due giri l’allievo di Daniele Calvaruso ha centrato quasi gli stessi tempi del vincitore, il gigante toscano Federico Bartolini, ed ha superato nettamente il campione italiano in carica, il veneto Ettore Prà giunto settimo. Catalano avrebbe potuto anche acciuffare il terzo posto se non fosse stato per una pericolosa caduta in cui si è addirittura capottato in sella alla sua bicicletta. Ben settanta i ciclisti che hanno preso il via e questo la dice molto lunga sul valore e sulla competitività della gara di Courmayeur.

Il sedicenne ciclista alcamese, anche in Valle d’Aosta, ha confermato il quinto posto già conseguito nella rima prova di Coppa Italia ad Agrigento, vinta sempre da Donati, ma alla quale il numero di partecipanti provenienti dalle regioni più forti era ridotto a una decina. Nella difficile e spettacolare gara di ieri, Catalano ha dovuto vedersela con una settantina di forti atleti di Trentino, Lombardia, Toscana, Liguria, Friuli, Umbria, Emilia Romagna, Marche, Lazio e chi più ne ha più ne metta. A Courmayeur è stato in gara un altro alcamese, Giuseppe Ponzio, tra gli allievi primo anno, che dopo un’ottima partenza ha chiuso nei primi trenta.

Catalano, punta di diamante della società ciclistica ericina, la Pro Bike, ma alcamese al 100%, il 6 giugno prenderà parte ai campionati italiani di categoria che si svolgeranno a ergine, in Trentino Alto Adige, con un solo obiettivo: crescere e migliorare ancora.