Condannato il boss di Partanna, Scimonelli. L’uomo era molto vicino a Messina Denaro

Quattro anni e mezzo di reclusione sono stati emessi dal Tribunale di Marsala nei confronti di Giovanni Domenico Scimonelli, 55 anni, di Partanna, ritenuto molto vicino a Matteo Messina Denaro.

L’uomo, già condannato per associazione mafiosa nel processo “Ermes”, è stato ora accusato di essere il mandante di una serie di attentati incendiari commessi in alcuni centri della Valle del Belice.

A confermare l’accusa sarebbero stati due suoi ex gregari, Nicolò Nicolosi, di Vita e Attilio Fogazza, di Gibellina. Entrambi, condannati, in abbreviato, per mafia e per gli attentati incendiari dei quali si sono autoaccusati, avrebbero affermato di averli compiuti su ordine di Scimonelli.