Condannato don Vito Caradonna

0
563

Condannato per tentativo di violenza sessuale, don Vito Caradonna, ex parroco della chiesa di contrada San Leonardo ed ex cappellano del carcere di Marsala.

Il prete 38enne era presente, ieri, nell’aula del Tribunale di Marsala, quando è arrivata la condanna a due anni di reclusione, con pena sospesa, e al risarcimento danni di venticinquemila euro e al pagamento di quattromila euro per le spese di parte civile.

I fatti contestati risalgono al febbraio 2005, quando Caradonna era parroco della Chiesa Madre di Marsala. Ad accusarlo un 35enne che attualmente risiede in Germania e il quale, pur cadendo talvolta in contraddizione, ha ribadito nel corso del processo che don Vito lo invitò, sette anni fa, nella canonica della chiesa di San Leonardo per prendere un caffè e che mentre era “stordito” – l’uomo ha, infatti, sempre avuto  il sospetto che nel caffè fosse stato messo del sonnifero –  avrebbe tentato di violentarlo. Accuse respinte sempre dalla difesa “non fosse altro – ha detto il legale di Caradonna – che è improbabile che in una sostanza eccitante come il caffè si metta del sonnifero”. L’Avv. Stefano Pellegrino, difensore di Caradonna, ha anche annunciato di voler impugnare la sentenza: “perché considerati gli elementi di prova, secondo la difesa è evidente che il fatto non sussiste”.

Don Vito Caradonna, è attualmente sotto processo anche per circonvenzione di incapace per circonvenzione di incapace in un’inchiesta scaturita da una sua presunta dipendenza da “Gratta e Vinci”.