Condannato Alberto Galofaro

    Alberto Galofaro, 46 anni, di Alcamo, è stato condannato dal tribunale di Trapani a 16 anni di reclusione e a pagare 48 mila euro di multa oltre una provvisionale di 125 mila euro.

    L’uomo dovrà anche risarcire l’Associazione Antiracket e Antiusura di Alcamo che si è costituita parte civile al processo. Sono state confiscate due auto, una moto, un’imbarcazione, un appartamento e disposto il sequestro per beni di un valore stimato dagli inquirenti in circa 250 mila euro.

    L’inchiesta condotta da dai Carabinieri e dal Commissariato di Alcamo alcuni anni fà, anche con la collaborazione dei cittadini, ha condotto gli inquirenti a formulare le accuse nei confronti di Galofaro: aver prestato somme di denaro praticando interessi che andavano dal 60 al 200%. Imputata nello stesso procedimento era la madre del Galofaro, Rosalia Varvaro, accusata di detenzione illegale di arma da fuoco, la donna è stata assolta perchè il fatto non costituisce reato.