Comune di Camporeale all’avanguardia, buoni pasto e servizio mensa dematerializzati

Il Comune di Camporeale semplifica la gestione della mensa scolastica con l’aiuto della tecnologia offerto dalla piattaforma Donacod. I genitori dei bambini iscritti al servizio refezione scolastica dovevano periodicamente recarsi in Comune per acquistare dei blocchetti cartacei (buoni pasto). Ogni giorno i bambini portavano i buoni pasto a scuola che venivano raccolti da un docente e poi consegnati ad un operatore che li contava e contattava il centro cottura per la preparazione dei pasti. Tutti questi contatti, con il relativo rischio contagio, saranno eliminati grazie alla dematerializzazione offerta da Donacod. Spariscono i buoni cartacei per la mensa scolastica a Camporeale. Per ogni alunno verrà creato un borsellino digitale e i genitori non dovranno più recarsi in Comune per il ritiro dei blocchetti.

La gestione delle presenze sarà semplificata: tramite App o Web si dovrà comunicare solo l’eventuale assenza al servizio dello studente. Sarà inoltre possibile conoscere il menù del giorno (con le foto dei piatti serviti) e tenere sempre sotto controllo il proprio “borsellino”, ossia il credito per poter fruire della refezione. Anche il pagamento sarà semplificato: grazie all’integrazione di Donacod con il sistema pagoPA, i genitori potranno pagare direttamente online con carta di credito oppure scaricare gli avvisi e pagare in uno dei tanti punti pagoPA sul territorio. Il servizio digitale è già operativo a Camporeale. I genitori degli alunni interessati dovranno scaricare l’app Donacod disponibile sia per Android sia per i sistemi iOS, registrarsi ed iscrivere i figli al servizio del Comune. L’amministrazione e la Donacod hanno organizzato una videoconferenza online che si terrà domani alle 15:30 per presentare l’iniziativa. Inoltre l’App Donacod permette di accumulare, partecipando alle promozioni di esercizi commerciali ed aziende sponsor, dei buoni spesa che potranno poi essere utilizzati esclusivamente per pagare spese di tipo scolastico o educative o collegate al sistema scolastico, tra cui il costo della stessa mensa scolastica di Camporeale.

I Buoni Donacod si raccolgono a seguito di acquisti nei diversi esercizi commerciali aderenti all’iniziativa o attraverso gli “Studia e Vinci”. Il Comune di Camporeale, la ditta appaltatrice della refezione scolastica, le scuole e le famiglie non sostengono alcun costo per utilizzare Donacod. “Camporeale innova sempre più – ha detto il sindaco Luigi Cino -. E’ obiettivo dell’amministrazione Camporealese ridurre i costi dei servizi scolastici. Grazie a questa adesione le famiglie potranno risparmiare sul costo della mensa grazie ai Buoni Donacod che potranno raccogliere negli esercizi commerciali aderenti anche online. La nostra amministrazione, con Donacod, raggiunge un altro importante obiettivo con la dematerializzazione del servizio che consentirà alle famiglie di risparmiare oltre che sul costo del servizio anche sul tempo. Le nuove procedure saranno semplici e consentiranno anche di ridurre i contatti e quindi il rischio contagio Covid-19. Tutto a costo zero per l’amministrazione.”