Comune di Alcamo, già pubblicato nuovo DUP. Messana: “Esame in commissione entro 20 dicembre”

Variazioni di bilancio ma anche interrogazioni, sul collettore torrente Triolo e sui rischi di nubifragi, quattro debiti fuori bilancio per sentenze emesse dal giudice di pace e dal tribunale di Trapani. Questi gli impegni del consiglio comunale di Alcamo. La ripianificazione dello strumento finanziario è prevista per la seduta di domani, convocata nell’ultimo giorno utile per effettuare la manovrina. Si tratta di variazioni ammontanti a circa due milioni di euro; altre modifiche erano state già approvate nell’ultima seduta consiliare.

Intanto, in ambito di programmazione, la giunta Surdi ha già deliberato il nuovo DUP, il documento Unico di programmazione 2023/2025, che è stato pubblicato venerdì scorso. Il presidente del consiglio comunale Saverio Messana lo ha già trasmesso alla seconda commissione consiliare competente, la seconda, ma anche agli altri organismi di studio e di consultazione. L’ufficio di presidenza ha chiesto che le commissioni completino l’esame del DUP prima di Natale, per essere più precisi entro martedì 20 dicembre.

In questa maniera quello che è lo strumento principe in materia di programmazione potrebbe arrivare in consiglio comunale prima del nuovo anno o nei primi giorni del 2023. Si andrebbe così verso una sorta di record non soltanto rispetto agli altri enti locali ma anche nei confronti dello stesso comune di Alcamo.

Negli ultimi tre anni, infatti, il documento unico di programmazione è stato esitato dal massimo consesso civico fra giugno e luglio. Adesso si arriverebbe all’approvazione con sei o sette mesi di anticipo. “Spero che anche il bilancio di previsione, e stiamo lavorando per questo – ha detto il presidente del parlamentino cittadino, Saverio Messana – possa arrivare in consiglio entro la fine di gennaio. Anche con la giunta siamo sulla stessa lunghezza d’onde”.