Collodi di Alcamo, settimo assalto

Ancora a quanto pare una intrusione alla Collodi. Ora con la videosorveglianza che è stata installata dal Comune di Alcamo all’indomani dell’ennesimo atto vandalico subito dalla scuola gli investigatori potrebbero avere qualche elemento in più per le loro indagini.

La vicenda ha scatenato non poche discussioni, polemiche e allarme. Già la stessa discussione con toni abbastanza accesi tra un gruppo di genitori e il Sindaco Sebastiano Bonventre all’ultimo atto vandalico aveva fatto intuire che gli animi si stavano esasperando.

Massimo riserbo da parte degli inquirenti che stanno cercando con tutti i mezzi di trovare l’autore o gli autori degli atti vandalici che ha scosso non poco la cittadinanza.

Sotto monitoraggio comunque le scuole di Alcamo perchè si sarebbe registrato un ennesimo atto poco civile anche al Plesso Europa che appartiene alla Navarra. A quanto pare, cosa che si era già ripetuta in passato, un lancio di pietro dall’esterno verso l’interno della scuola ha messo l’amministrazione alcamese nelle condizioni di intervenire con l’apposizione a breve di grate alle finestre.

Tornando alla Collodi sono sei le telecamere di videosorveglianza ed era prevista anche una ronda ventiquattro su ventiquattro attorno e nei paraggi della scuola.

Le indagini della Polizia potrebbero arrivare a breve all’individuazione del responsabile o dei responsabili portando così la calma dopo l’apprensione che si è generata tra i genitori, gli operatori scolastici e gli stessi amministratori ma la cosa dovrà pur far riflettere l’intera cittadinanza al di là delle motivazioni, quando si sapranno, di tali gesti contro una scuola.