C/mmare del Golfo: una scuola a Bocca della Carruba

Una scuola in contrada Bocca della Carrubba. E’ l’obiettivo che si è posto il Comune di Castellammare del Golfo. La giunta guidata dal sindaco Nicolò Coppola ha deliberato l’approvazione del progetto per la costruzione di un immobile nella vasta area periferica della cittadina marinara. Con questo atto il Comune ha in pratica accettato la donazione del progetto redatto da due liberi professionisti, gli ingegneri Francesco Galante e Nicolò Rizzo, che avevano dato vita ad un piano di edilizia economica e popolare che espressamente hanno voluto dare gratuitamente all’ente. “Si tratta – scrive nella delibera la giunta – di una scuola elementare funzionale e moderna che contribuirà notevolmente alla riduzione della dispersione scolastica in un quartiere privo di infrastrutture adeguate”. Infatti Bocca della Carrubba è una zona che ha subito nell’ultimo ventennio una forte espansione urbanistica e sono centinaia oggi i residenti che la popolano. Quindi si è posta proprio la necessità di dotare la periferia di servizi essenziali ed a supporto, come per l’appunto può essere una scuola elementare. Il progetto quindi è stato acquisito ed ora il Comune può quindi puntare a raccogliere i finanziamenti necessari per la realizzazione dell’infrastruttura. Si stanno predisponendo le documentazioni per partecipare al bando promosso dalla Regione per la cooptazione di fondi necessari alla costruzione o alla manutenzione di edifici scolastici finalizzati al recupero e alla riduzione della dispersione scolastica. “L’amministrazione comunale – scrive ancora la giunta – sta perseguendo obiettivi finalizzati a far crescere nella cittadinanza la cultura della solidarietà, in cui ogni cittadino possa contribuire alla crescita economica e culturale della città mettendo a disposizione anche a titolo gratuito le proprie competenze e la propria professionalità”. Proprio basandosi su questi principi l’ente ha quindi acquisito il progetto donato dai due ingegneri. Prossimamente sarà stipulato un apposito accordo tra il Comune e i due professionisti. Sul fronte dell’edilizia scolastica il Comune castellammarese sta molto lavorando in questi primi mesi di legislatura. Proprio la scorsa settimana è stato dato mandato agli uffici preposti di predisporre tutta una serie di progetti per l’adeguamento impiantistico e la realizzazione di impianti fotovoltaici in cinque scuole: “Crispi”, “Falcone-Borsellino”, “Pirandello”, “Navarra” e “Verga”. Anche qui però i lavori sono subordinati all’accettazione del progetto da parte della Regione che ha emanato in merito un apposito bando. Ci si dovrà quindi posizionare in graduatoria utile per potere usufruire dei fondi necessari.