C/mmare del Golfo: incendi, ronde contro piromani

0
359

Si mobilita l’associazionismo dopo i devastanti incendi di questi ultimi giorni a Castellammare del Golfo. A mettersi insieme Volontari Forestali, Circolo Metropolis, CambiaMenti, CastelloLibero, Libera, Cai e Sviluppo e Lavoro che, insieme ad alcuni semplici cittadini, presidieranno in prima persona le zone montuose del paese con l’obiettivo di contrastare eventuali altri raid piromani, come accertato dalla polizia giudiziaria in questi ultimi giorni. L’iniziativa parte dalla vera e propria emergenza incendi che ha colpito il territorio castellammarese: “Siamo consapevoli – scrivono in una nota associazioni e cittadini – che si tratta di una vera e propria strategia criminale e non di fatti casuali. Per questo abbiamo creato un coordinamento per presidiare i punti sensibili di tutte le aree boschive del comprensorio”. In poche parole sarà attivata una campagna di vigilanza e controllo per prevenire gli incendi. Il coordinamento è aperto a nuove adesioni: “Tutti i cittadini – si legge nella nota – sono i invitati ad unirsi ai gruppi che presidieranno i punti sensibili della zona a partire da domani, giovedì 3 luglio, in previsione dell’ondata di scirocco che investirà l’isola”. Il punto di coordinamento sarà la sede del Cai, all’altezza della circonvallazione di fronte il Bar Tropical. Per le adesioni volontarie si potrà fare riferimento alle singole associazioni. Sul fronte istituzionale il Comune ha deciso di inasprire le sanzioni per la mancata pulizia dei terreni, molto spesso causa dei principi di incendi: la sanzione pecuniaria minima è stata innalzata a 250 euro. Una decisione presa nel corso di un vertice con le forze dell’ordine: “Una violenza inaccettabile – afferma il sindaco Nicola Coppola – che questa amministrazione condanna fermamente. Ci auguriamo che oltre al potenziamento dei controlli, l’inasprimento delle sanzioni serva a far comprendere ai cittadini che le regole devono essere rispettate per il bene di tutti”. Appena una settimana prima di questi ultimi roghi scoppiati tra domenica e lunedì un altro incendio aveva interessato l’area attorno al borgo di Scopello, con danni ad abitazioni e attività ristorative e zootecniche. “Abbiamo assistito – aggiunge il primo cittadino – a scene infernali: centinaia di ettari di macchia mediterranea scomparsi, in fumo alberi e fiamme alimentate dal forte vento. Proprio per questo domenica era stata fortunatamente chiusa la Riserva naturale dello Zingaro per prevenire eventuali situazioni di rischio. Ringrazio gli uomini del corpo forestale, dei vigili del fuoco, carabinieri e polizia che, con la polizia municipale ed i volontari della protezione civile, hanno lavorato incessantemente in situazioni davvero molto delicate. I roghi in più parti del nostro territorio ci hanno lasciato un tristissimo  paesaggio e la conta dei danni è ancora in corso. Ma si tratta – conclude il primo cittadino – di danni incalcolabili dal punto di vista paesaggistico, morale e culturale”.

 

These can be found in different designs and fashions
Isabel Marant Sneaker All About Red High Heels

This growth was on top of 32
valentino outletCustom T Shirts And Designs Think Outside The Box