C/mmare del Golfo: concessioni demaniali, controlli del Comune

0
105

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Un’infinità di lidi e stabilimenti balneari con tanto di autorizzazione allo scarico. Condizione che preoccupa il Comune di Castellammare del Golfo che ha deciso di porre in essere un controllo stringente lungo tutta la costa per evitare che si possano verificare dei fenomeni di sversamenti inquinanti a mare. La giunta guidata dal sindaco Nicola Coppola ha stabilito di costituire un’apposita squadra adibita esclusivamente a questo tipo di controlli che avverranno addirittura a cadenza settimanale. La decisione dell’amministrazione comunale parte dalla raffica di autorizzazioni che stanno rilasciando il demanio marittimo e il Suap, lo sportello attività produttive, per il montaggio delle strutture da adibire ai lidi balneari provvisti di scarichi fognari in prossimità della linea della battigia. “Si ritiene necessario – sostengono il sindaco e gli assessori – potenziare il controllo di questo tipo di scarichi fognari al fine di evitare inquinamenti del mare e pericolo per la salute pubblica”. Verrà costituita una squadra entro il prossimo 20 maggio che sarà composta da due vigili urbani e da un tecnico del Comune competente in materia di scarichi fognari. Dovranno monitorare ogni settimana gli scarichi fognari realizzati con fosse settiche a tenuta o disperdenti in prossimità della linea di costa del territorio comunale. L’unità operativa che si andrà a costituire sarà dotata di speciale attrezzatura: in pratica avranno a disposizione speciali polveri traccianti che, immessi negli scarichi da controllare, segnaleranno il punto in cui sfociano. In questo modo quindi si andrà a verificare la regolarità delle prescrizioni che sono imposte a livello ambientale. Questo tipo di controlli riguarderanno in particolare lidi balneari e pontili galleggianti. “In caso di verifica non conferme all’autorizzazione concessa – precisa la delibera di giunta – si provvederà all’immediata chiusura dell’attività, oltre alle sanzioni degli organi competenti in materia”. I titolari di lidi e pontili saranno chiamati a fornire tutta l’assistenza necessaria alla squadra formata da tecnico e vigili urbani, in particolare dovranno anche fornire seduta stante informazioni inerenti la ditta autorizzata di autoespurgo. Nel contempo la stessa unità operativa è stata chiamata a fare analoghi controlli per la verifica della qualità delle acque dei villaggi che scaricano con apposito depuratore direttamente a mare. La decisione di questo stringente controllo da parte del Comune nasce dal braccio di ferro tra l’amministrazione comunale e il demanio in tema di rilascio delle autorizzazioni lungo la costa di concessioni a raffica. In merito ci sono state già due conferenze di servizio tra tutti gli enti interessati ed è emerso che il demanio continuerà a rilasciare le concessioni, anche quelle in itinere. In proposito c’è da segnalare il parere negativo già espresso dalla Soprintendenza ai beni culturali e il mancato pronunciamento in merito della Soprintendenza del mare. I dubbi sarebbero legati al fatto che l’installazione dei pontili, dalla Cala marina a Cala Petrolo, potrebbero deturpare un fascia costiera dove ricadono possibili reperti da tutelare, specie in prossimità del Castello

such as simple jewelry
burberry outlet online Logos for Fashion and Clothing

Throughout the years
wandtattoocom introduces you online wholesale jewelry business