C/mmare del Golfo: beni confiscati, accelerazione del Comune

A pieno regime la macchina burocratica a Castellammare del Golfo per l’assegnazione di alcuni beni confiscati alla mafia. In breve tempo, secondo la tabella di marcia del Comune guidato dal sindaco Nicola Coppola, due immobili, strappati alla violenza di Cosa nostra, saranno assegnati e quindi resi fruibili alla collettività. Uno di questi è quello ubicato in Contrada Crociferi o Bocca della Carrubba. La seduta pubblica di verifica della documentazione e ammissione delle istanze è prevista per domani alle ore 15 nell’ufficio del segretario generale Rita Antonella Lanzalaco, che ha predisposto il relativo avviso di selezione per la concessione gratuita del bene confiscato. L’amministrazione comunale castellammarese ha previsto che il bene, tramite il progetto di gestione dell’immobile denominato “Casa nostra”, diventi un centro diurno per disabili mentali. Il bene sarà ristrutturato con i fondi regionali dell’assessorato della Famiglia, delle politiche Sociali e del Lavoro attinti attraverso l’Unione Europea e i cosiddetti Fas, che ha finanziato il progetto di riqualificazione presentato dall’amministrazione tramite l’ufficio Servizi Sociali e l’ufficio tecnico per complessivi 350 mila euro. Si tratta di un lotto di terreno con fabbricato ancora in costruzione consegnato al Comune nel 2010, quindi acquisito con un altro bene poco distante che nel 2012, sempre con bando pubblico, è stato assegnato per trent’anni all’associazione Castello Libero, in partenariato con l’Agesci, l’associazione “Libera” e la locale associazione antiracket. Intanto è stato pubblicato anche l’avviso di selezione per la concessione gratuita, sempre per trent’anni, di un altro bene in contrada Balata d’Inici, assegnato al Comune nel 2009. Anche in questo caso il bene potrà essere concesso a titolo gratuito dopo la selezione dei partecipanti al bando. Si tratta di un fondo rustico con vecchio fabbricato rurale che dovrà essere destinato alla realizzazione di un “centro raccolta e tutela di specie animali mediterranei in via di estinzione, così come previsto nel decreto di assegnazione”. Precisa il bando: “l’assegnazione rimane subordinata all’avvenuto ottenimento del finanziamento regionale per la ristrutturazione”.

 

but only flat front shorts no cargos
burberry schal Six School Shoes For Girls

the fashion world had to take notice
woolrich parkaGet Latest and Exclusive Kolkata News through Namaskar Kolkata