C/mare del Golfo, scuola Crispi: al via i lavori

Iniziati i lavori di messa in sicurezza della scuola comunale “Crispi”. L’edificio scolastico comunale sarà consolidato con un progetto finanziato per circa trecentomila euro, con il cosiddetto “Decreto del fare”.

Per consentire i lavori, le dodici classi della scuola sono state spostate negli altri plessi cittadini. “Abbiamo cercato di minimizzare i disagi riuscendo ad evitare i doppi turni afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione Salvo Bologna Inevitabili alcune difficoltàcome quelle che riguardano alcune classi che, ad esempio al Pirandello, sono state riunite. Ci scusiamo per alcuni inconvenienti ma abbiamo lavorato perché fossero ridotti al minimo”.

Si valuta che a fine novembre sia possibile far rientrarele classi nella scuola dopo l’ultimazione dei lavori interni del plesso che riguardano la messa in sicurezza ed il rifacimento dei bagni per una prima spesa di circa centomila euro.

“Invitiamo tutti a collaborare- dice l’assessore Bologna . L’amministrazione è disponibile ad andare incontro, per quanto possibile alle esigenze di alunni, genitori, insegnanti e dirigenti scolastici”.

La manutenzione del plesso “Crispi”, risalente agli anni ’50, prevede il consolidamento dei solai che presentano lesioni strutturali, in modo da garantire la sicurezza delle aule. Saranno anche migliorati i servizi igienici con i relativi impianti idrici ed effettuati vari altri lavori di manutenzione.

In totale sono otto i progetti finanziati all’amministrazione che riguardano le scuole.

Sempre con il“Decreto del Fare”, precisa l’assessore Salvo Bologna, “è stata finanziata la ristrutturazione del plesso Falcone-Borsellino edel Don Bosco. Circa centonovantaquattromila euro sono stati finanziati, invece, con delibera Cipe, per la ristrutturazione della scuola “Mignosi” e della scuola di Balata di Baida”.

Tre i progetti finanziati che saranno gestiti direttamente dagli istituti scolatici: trecentoquarantacinquemila euro per le scuole Pascoli e Pirandello; stessa cifra per il plesso Verga e la scuola Pitrè.