C/mare del Golfo, perseguita la ex: arrestato per stalking

L’ennesimo caso di stalking questa volta si è consumato a Castellammare del Golfo ed ha come protagonista ancora una volta una donna perseguitata dall’ex che non si rassegna alla rottura del rapporto sentimentale. Ieri i carabinieri della locale Stazione diretti dal Maresciallo Luigi Gargano e coordinati dal Capitano Savino Capodivento Comandante della Compagnia di Alcamo, hanno proceduto, con l’accusa di stalking, all’arresto di Gaspare Manlio Cassarà, palermitano, residente a Castellammare.

L’uomo, celibe, infermiere professionale, non aveva mai accettato la fine della storia con l’ex compagna ed aveva cominciato ad ingiuriarla e minacciarla, inviandole sms ed utilizzando i social network come Facebook per pubblicare contenuti offensivi e diffamatori. In alcune occasioni la donna aveva subito addirittura dei danneggiamenti alla propria auto, velatamente rivendicati.

Da qui la denuncia della donna al maresciallo dei carabinieri, che forte della sua esperienza, si è interessato alla vicenda con estrema delicatezza, intuendo tutti i timori e i tormenti a cui le vittime di stalking in questi casi sono sottoposte.

Dopo la denuncia i carabinieri hanno dato il via immediatamente alle indagini, raccogliendo importanti elementi utili: la copia dei numerosi sms inviati, pagine Facebook nonché i tabulati telefonici che documentano gli incessanti contatti telefonici del molestatore. Una volta raccolte prove così evidenti del comportamento persecutorio assunto da Cassarà, è stata richiesta l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare.

Ieri finalmente l’epilogo della vicenda: il G.I.P. Lucia Fontana su richiesta del Pubblico Ministero Sara Morri ha disposto nei confronti dello stalker la misura cautelare custodiale degli arresti domiciliari presso la sua abitazione a Palermo, con divieto di utilizzo di qualsiasi mezzo di comunicazione.