C/mare del Golfo, libri per ipovedenti alla biblioteca comunale

Il piacere della lettura, anche a chi ha problemi di vista, per una malattia congenita o per l’avanzare dell’età. Romanzi, saggi e racconti, stampati a caratteri maggiorati: trentadue i libri a disposizione dei lettori ipovedenti presenti in un’apposita sezione della biblioteca comunale multimediale “Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta” di Castellammare del Golfo. I

Il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Cultura Salvo Bologna fanno sapere che l’importante passo avanti per l’apertura davvero a tutti della biblioteca è possibile grazie a Gaspare Compagno, rappresentante dell’associazione nazionale privi della vista e ipovedenti, e alla collaborazione con la biblioteca italiana per ipovedenti di Treviso, presieduta da Giuseppe Marinò che, nell’ambito del progetto “Leggere facile, leggere tutti”, ha donato i primi 32 volumi a grandi caratteri. I volumi a disposizione vanno dai classici della letteratura di ogni tempo, come Sciascia, Wilde e Byron ai grandi autori contemporanei: da Camilleri e Dahl a Sepulveda, e poi la letteratura per ragazzi.

I volumi possono essere letti da ipovedenti, ma anche da anziani con minorazioni visive e da persone con handicap della vista che non sono in grado di leggere in modo facile. Si tratta di pubblicazioni realizzate con caratteristiche di impaginazione particolari per tipo e dimensioni dei caratteri, spazi fra parole e singole lettere ed altre caratteristiche appositamente studiate per rilassare la vista e rendere la lettura più agevole: per esempio la stampa è su carta in color avorio per ridurre riflessi. «Questa iniziativa -dice Baldo Sabella, direttore della biblioteca- è un significativo contributo per la nostra biblioteca che già da alcuni anni ha avviato un percorso per garantire a tutti il diritto di accesso alla cultura e all’informazione, incluse le persone con diversi livelli di difficoltà di lettura. Per questo è stato creato un apposito spazio nel quale mettere a disposizione i nuovi testi stampati a caratteri più grandi rispetto a quelli ordinari». I libri si trovano in una apposita scaffalatura, donata da privati, posta al piano terra della biblioteca. Il servizio “Leggere facile, leggere tutti” è gratuito: il personale della biblioteca assiste l’utente per la consultazione, la scelta, il prestito e la riconsegna dei volumi.