Chiude discarica, emergenza rifiuti ad Alcamo e Castellammare del Golfo

0
396

esplode l’emergenza rifiuti in provincia a causa della chiusura discarica di Borranea dove conferiscono tutti e 24 i Comuni del territorio. L’ennesimo guasto al tritovagliatore non permette al sito di potere ricevere altra spazzatura e per questo è stato annunciato che la discarica resterà chiusa una settimana. Le conseguenze saranno per tutta la provincia trapanese, compreso quindi il Golfo di Castellammare tra Alcamo, Castellammare e Calatafimi. Qui cosa accadrà è difficile dirlo ma sicuramente si pone il problema della frazione indifferenziata che per l’appunto va conferita in discarica. Domani ad esempio ad Alcamo è previsto il turno di raccolta proprio dell’Rsu e sulla carta rischierebbe di saltare, creando un problema non poco indifferente dal momento che da due settimane è entrato in vigore il nuovo calendario che abroga la raccolta del giovedì. Quindi si finisce per accumulare rifiuto di questa tipologia per 4 giorni ed eventualmente se dovesse saltare anche domani il ritiro il disagio sarebbe di non poco conto. L’assessore all’Ambiente di Alcamo, Roberto Russo, rassicura tutti: “Domani la raccolta sarà garantita dell’indifferenziato – afferma -. Samo in costante contatto con la Regione e da notizie informali ci è stato assicurato che il problema al tritovagliatore potrà essere superato in brevissimo tempo. La chiusura quindi non dovrebbe essere di una settimana e di conseguenza non dovrebbe esserci alcuna contrazione al servizio”. Al momento però resta un po’ ancora tutto in aria: si parla con il condizionale, la situazione è di ora in ora in costante evoluzione. A Castellammare del Golfo si dovrebbe comunque garantire la raccolta in via emergenziale con un accumulo nei mezzi dell’Agesp, la società che gestisce il servizio in città, così come successo nel recente passato quando per lo stesso motivo la discarica di Trapani ha dovuto chiudere i battenti.