Cattiva stella su impianti sportivi. Frane al ‘S. Ippolito’, allagamento al ‘PalaDangelo’

Ci sarà probabilmente una cattiva stella che, da alcuni anni, aleggia sugli impianti sportivi di Alcamo, quelli già esistenti ma anche quelli che sanno per essere realizzati. Tra questi ultimi il Pala Cento Passi che doveva essere completato alcuni anni fa e che, da più di un anno, sarebbe soltanto in attesa di piccoli dettagli. Ma la malasorte continua a colpire le strutture sportive alcamesi. Il nubifragio di domenica scorsa ha infatti aperto due profonde voragini attorno allo stadio Sant’Ippolito. Una parte di fondo-campo, fra l’altro, ha subito un avvallamento. L’impianto, quindi, non è più utilizzabile con le scuole calcio che vi giocavano, Adelkam e Ludos, che hanno perduto il loro luogo di attività e che sono quindi alla disperata ricerca di soluzioni alternative.

Problemi seri anche al PalaDangelo che da alcuni mesi viene utilizzato come Hub vaccinale. Qui l’acqua piovana ha riempito il piazzale sovrastante, quello che sorge lungo la via Pina Bernardo, ed è penetrata all’interno scendendo dalle scalinate. Nonostante la guaina installata dall’ASP, l’acqua ha danneggiato seriamente e sollevato buona parte del parquet di legno. Qualora dovessero terminare le attività vaccinali, il Paladangelo dovrà subire nuovi lavori per ritornare alle sue originarie funzioni: gare sportive e allenamenti. Il Palasport passò in convenzione ventennale dall’ex provincia al comune di Alcamo nel luglio del 2017 e l’amministrazione non è mai riuscita a sistemare i danni causati da gruppi di balordi e quindi a  riaprirlo. Per farlo è stato necessario l’intervento dell’ASP e l’apertura del centro vaccinale.

Problemi di infiltrazioni piovane anche al PalaTreSanti, una situazione che va avanti da anni. Qui la giunta Surdi è riuscita a trovare i fondi e quindi a conferire l’appalto. I lavori però non sono stati programmati a giugno, quando le società sportive si fermano per l’estate, ma adesso. Dal 15 novembre il palazzetto dovrà essere consegnato alla ditta che dovrò sistemarne la copertura. Le squadre alcamesi che fanno basket dovranno, per così dire, arrangiarsi e trovare una soluzione alternativa.