Castello della Colombaia a Trapani, bando per il recupero e la valorizzazione

“È tempo di una seria riflessione non più prorogabile che tolga l’isola della Colombaia di Trapani dallo stato di oblio e di degrado in cui sta lentamente precipitando” spiega l’assessore dei Beni culturali della regione Siciliana, Alberto Samonà

Durante un sopralluogo fatto nei giorni scorsi sull’isola della Colombaia a Trapani per una verifica dello stato dei luoghi.

La visita dell’assessore Samonà è propedeutica alla stesura del bando di gara ad evidenza pubblica che la Regione intende pubblicare per recuperare l’intera struttura e individuare le migliori possibilità di valorizzazione”.

L’amministrazione regionale, cui il bene appartiene, infatti ha deciso di avviare una procedura concorsuale di evidenza pubblica per l’individuazione di un operatore economico che offra garanzie di recupero e valorizzazione del bene che assume, per il territorio di Trapani, in relazione anche alla particolare collocazione, un ruolo di attrattore turistico-culturale di forte impatto. “Credo sia arrivato il tempo – ha sottolineato Samonà – di una seria riflessione non più prorogabile che tolga l’isola della Colombaia dallo stato di oblio e di degrado in cui sta lentamente precipitando. Il bene merita una particolare attenzione che tuteli in primo luogo il castello e che abbia la capacità di valorizzare e riqualificare il sito nell’ottica di un progetto di rilancio dell’area”.

 

Gli ultimi lavori per la messa in sicurezza furono effettuati nel 2010 e servirono soltanto ad attenuare il suo degrado dovuto ai continui atti vandalici subiti e delle impervie condizioni metereologiche che contribuiscono a compromettere il monumento storico della Città con il rischio di crollo e di cedimento.