Castellammare, variazioni di bilancio. Consiglio comunale approva ‘manovrina’ da 1.800.000 euro

da sinistra, presidente Di Filippi e assessore Cruciata

Con undici voti favorevoli e tre contrari, quelli di Coppola, D’Aguanno e Di Gregorio dell’opposizione, il consiglio comunale di Castellammare del Golfo ha approvato nei termini le variazioni al bilancio di previsione che per il 2020. Una manovra di circa un milione 800 mila euro discussa e votata su piattaforma a distanza diretta dal presidente Mario Di Filippi. La variazione di bilancio approvata prevede un accertamento di maggiori entrate per circa 1.250.000 euro e di minori uscite per 523.000 ma anche un accertamento di maggiori spese vicino al milione di euro.

Le minori entrate, come spiega l’assessore Giuseppe Cruciata, sono quelle di Imu, Tari, Tarsu e parcheggi a pagamento. Tra le maggiori entrate nel bilancio del comune di Castellammare del Golfo ci sono invece 500.000 di trasferimenti dallo Stato e 167.000 dalla Regione. Quindi contributi per la valutazione del rischio sismico nelle scuole, il parco giochi inclusivo che nascerà a villa Olivia, l’efficientamento energetico delle scuole Pitrè e Mignosi e la riqualificazione di altri edifici scolastici. Inserite in bilancio anche le somme per la progettazione della strada pedonale denominata via Euclide e che collega il parcheggio antistante il cimitero con piazza Petrolo, un fondo da 128.897 euro.

Il sindaco castellammarese Nicola Rizzo e l’assessore al bilancio Giuseppe Cruciata, al termine dei lavori consiliari, hanno ringraziato il massimo consesso civico sia per aver responsabilmente approvato, nei termini legge previsti, il bilancio di previsione e ma anche per aver osservato identico atteggiamento nel varo delle variazioni entro il 30 novembre.