Castellammare, ripascimento spiaggia Playa per combattere l’erosione. Regione firma convenzione

Approvata la convenzione regolante i rapporti tra il dipartimento regionale dell’ambiente e il comune di Castellammare del Golfo per la realizzazione del ripascimento della spiaggia Playa. Il progetto, dell’importo di circa un milione e mezzo di euro, presentato dalla precedente amministrazione municipale guidata da Nicola Coppola, era stato finanziato con i fondi per gli interventi di messa in sicurezza e per l’aumento della resilienza dei territori più esposti a rischio idrogeologico e di erosione costiera. La stipula della convenzione, avvenuta qualche giorno fa, regola di fatto i rapporti tra gli enti interessati e traccia il cronoprogramma degli interventi da realizzare.

I lavori permetteranno, anche se ci sono alcuni pareri contrastanti da parte di qualche geologo, di tutelare, proteggere e rendere maggiormente fruibile ed appetibile una delle zone più belle e visitate di Castellammare del Golfo. Le opere di ripascimento consentiranno anche di creare maggiori spazi per i lidi balneari. Un intervento che quindi riuscirà a produrre un concreto beneficio sia ai castellammaresi, che puntualmente nel periodo estivo popolano la spiaggia Playa, sia ai numerosi turisti che scelgono Castellammare e sia alle tante attività economiche che operano sulla area interessata.

La notizia del nuovo passo avanti verso l’opera da un milione e mezzo di euro è stata divulgata dall’ex sindaco Coppola, leader del movimento Castellammare 2.0,  “per partecipare ai cittadini la notizia che sicuramente sarà accolta con piacere, ed anche per dare merito a coloro, cioè tecnici e amministratori – ha scritto l’ex primo cittadino – che hanno realizzato l’iniziativa presentando il progetto che interpreta l’esigenza di evitare in prospettiva i danni prodotti dall’azione erosiva delle correnti”.