Castellammare. Lega navale, barca confiscata per le attività

0
148

Da lunedì la sezione della Lega navale di Castellammare, presieduta da Giuseppe Stabile, per le sue molteplici attività può utilizzare una barca a vela di 12 metri. La barca è stata assegnata dalla Procura della repubblica di Siracusa, sequestrata a scafisti. Era stata intercettata sulle coste o0rientali della Sicilia con 50 migranti a bordo e scortata sino al porto di Augusta. Autorità civili, militari e religiose hanno partecipato alla cerimonia della benedizione tenutasi presso la Lega navale di Castellammare ed è stata presieduta da monsignor Antonino Raspanti, alcamese, vescovo di Acireale. Alla barca è stato dato il nome  ” Ad Astra ”  tratto dalla  citazione in latino “per aspera ad astra” –  ” attraverso le difficoltà della vita , fino alle stelle “.  Il nome scelto per la barca è evocativo e simbolico della rinascita a nuova vita di una imbarcazione che era destinata al traffico di  tanti uomini, donne e bambini in condizioni  terribili e disumane e da oggi in poi verrà utilizzata dalla lega navale  per scopi sociali, per i corsi di vela con i  giovani , per progetti con le scuole, per attività con il mondo dell’handicap, tutte attività che già la sezione svolge e che oggi verranno ancor più incrementate con l’utilizzo di tale imbarcazione. La Lega navale di Castellammare lavora su diversi fronti ma una delle sue peculiarità è quella di coinvolgere studenti e anche portatori di handicap. Infatti insieme al Kiwanis club di Alcamo ha coinvolto una trentina di ragazzi Down in una serie di lezioni pratiche su come si guida un’imbarcazione montando al centro della palestra dell’Ipab “San Pietro” una piccola barca a vela e simulando varie condizioni meteo-marine anche con l’ausilio di grossi ventilatori che ai ragazzi ha dato la sensazione di trovarsi tra le onde. Poi la prova a mare vera e propria. Di recente anche un gruppo di ammalati di sclerosi multipla, che fanno parte dell’associazione Sacro Cuore, sono stati “marinai per un giorno”, grazie all’accordo tra Giuseppe Stabile e Luca Scalisi. Allo stato attuale sono in fase di svolgimento i corsi di vela, iniziati ai primi di luglio e che si concluderanno alla fine del mese. Complessivamente sono un centinaio i ragazzi impegnati a turno nelle varie lezioni. La passione per il mare e le attività che si svolgono hanno fatto crescere la sezione della Lega Navale, impegnata anche nelle iniziative per il completamento del porto, indispensabile per ospitare grandi imbarcazioni e per potere varare campionati di vela a livello internazionale.