Castellammare del Golfo-“Spiagge pulite”, arrivano gli scivoli per disabili

Parte l’attività “spiagge pulite” a Castellammare del Golfo con doppi turni: al lavoro per pulire l’arenile anche di pomeriggio. In questi giorni i cittadini indigenti individuati dal Comune per la pulizia delle spiagge della città si sono messi in moto e hanno posato ben 3 scivoli di accesso al mare tra le spiagge Playa e Guidaloca che potranno essere fruiti in primis dai portatori di handicap ma anche dalle famiglie che devono introdurre passeggini ad esempio. Gli operai sono guidati dal Comune attraverso il funzionario Vito Turriciano, responsabile del progetto “Spiagge pulite”. “Da quest’anno – afferma il sindaco Nicola Coppola – i lavoratori faranno un turno anche nel pomeriggio così da evitare l’accumulo di rifiuti nelle spiagge cittadine dove intervengono cioè la Plaja,  Guidaloca, Mazzo Di Sciacca, Petrolo, Campana e Cala marina, ma è fondamentale la collaborazione dei cittadini. Abbiamo pubblicato il bando ai primi di aprile così da essere pronti all’arrivo dei tanti visitatori per questo invitiamo tutti a non lasciare rifiuti disseminati nelle spiagge ma a raccoglierli e riporli negli appositi cestini o lasciarli in sacchi che saranno portati via dagli addetti al servizio spiagge pulite. Stiamo valutando la possibilità di posizionare un’ulteriore passerella in legno in un’altra spiaggia cittadina”. Anche quest’anno l’amministrazione comunale di Castellammare del Golfo ha voluto riproporre questo progetto affidando il lavoro di pulizia e sistemazione degli arenili a cittadini con difficoltà economiche. Ad essere impiegati per la pulizia delle spiagge sono 44 castellammaresi con disagio economico. Tra i selezionati 40 si occupano del servizio di pulizia delle spiagge e 4 che hanno una specifica patente per escavatori e simili si occupano invece della manutenzione e pulizia ordinaria dei litorali con i mezzi messi a disposizione dal municipio per 320 ore complessive. Diversi i requisiti di accesso alla graduatoria del progetto di pulizia delle spiagge rivolto a cittadini tra i 18 ed i 65 anni, come il basso reddito, gli anni di disoccupazione, i figli a carico e vari altri parametri dettagliatamente riportati nel bando. Già da due anni il Comune pubblica il bando per reclutare queste persone ad aprile in modo da poter far diventare il tutto operativo con anticipo rispetto all’arrivo dei turisti che sempre di più invadono la città castellammarese come testimoniato dalle più disparate indagini statistiche. Il progetto di pubblica utilità ‘Spiagge pulite’ ha un importante risvolto sociale perchè riesce a dare supporto a cittadini disoccupati che necessitano di sostegno economico e contemporaneamente garantisce la pulizia quotidiana di tutte le spiagge della città offrendo un servizio di tutela ambientale e il decoro delle località balneari. I cittadini selezionati lavoreranno 4 ore al giorno per complessive 160 ore ed un compenso di 800 euro. Per i 4 selezionati che utilizzeranno i mezzi comunali, invece, le ore lavorative saranno 320 ed il compenso totale sarà di 1.600 euro.