Castellammare del Golfo-Scuola Don Bosco più sicura, lavori per la sicurezza

0
563

Avviati i lavori di messa in sicurezza e manutenzione del plesso scolastico Don Bosco (nella foto) a Castellammare del Golfo: grazie ad un finanziamento di 195 mila euro la scuola sarà ristrutturata e resa più sicura. Sono invece in fase di completamento i lavori di messa in sicurezza e manutenzione straordinaria del plesso scolastico Falcone Borsellino, finanziati per 240 mila euro con delibera Cipe emanata nel 2014.  Si tratta di lavori avviati con il piano nazionale di edilizia scolastica per interventi di decoro e messa in sicurezza delle scuole con il quale al Comune di Castellammare sono stati finanziati, in totale, oltre 590 mila euro. “Partiti i lavori nel plesso Don Bosco ed in fase di completamento quelli per il Falcone-Borsellino, possiamo dirci soddisfatti poiché i finanziamenti ottenuti e le procedure seguite e portate avanti con attenzione, ci hanno permesso di avviare interventi di messa in sicurezza praticamente in tutte le scuole cittadine – affermano il sindaco Nicolò Coppola ed il vicesindaco ed assessore ai Lavori pubblici, Salvo Bologna -. Lavori finanziati con il piano del ministero dell’istruzione denominato #scuolesicure ma ci sono anche progetti di efficientamento energetico con fondi Jessica per un finanziamento totale di 464 mila euro circa. Si tratta della realizzazione di vari impianti fotovoltaici approvati sia dall’ente di controllo tecnico, sia dall’istituto di credito erogante il finanziamento”. I progetti già finanziati per le scuole riguardano anche il plesso “Crispi”, con circa 300 mila euro finanziati con il “Decreto del fare”, la scuola “Mignosi” e la scuola di Balata di Baida con un progetto finanziato con delibera Cipe e pari a circa 194 mila euro. “In sintesi – concludono il sindaco Nicolò Coppola ed il vicesindaco Bologna – tutte le scuole cittadine sono o saranno interessate da interventi di ristrutturazione garantendo sicurezza e funzionalità degli edifici”. Una buona notizia che fa il paio con quella della partecipazione del municipio all’avviso pubblico del ministero dell’Istruzione per il finanziamento delle indagini diagnostiche dei solai degli edifici pubblici scolastici, ottenendo i relativi finanziamenti. Tutte le proposte presentate sono state finanziate sempre dal Miur e questo quindi consenttà al Comune di avviare i progetti di diagnosi strutturale così da verificare la solidità strutturale degli edifici scolastici ed eventualmente intervenire per avere la massima sicurezza. I finanziamenti in questo caso hanno riguardato gli edifici delle scuole Verga, Navarra, Crispi e Pascoli, per un totale di circa 30 mila euro.