Castellammare del Golfo-Lega navale, “Conoscere il mare”, corso per studenti di 4 istituti

0
399

Le seconde classi delle scuole medie “Mirabella” di Alcamo, “Pascoli” e “Pitrè” di Castellammare del Golfo e “Manzoni” di Buseto Palizzolo partecipano agli incontri, promossi dalla Lega navale di Castellammare che ha varato il progetto “Conoscere il mare”. Le lezioni, tre al mese per ogni scuola sino a giugno, sono tenute dai biologi marini Giuseppe Renda e Giusy Arena, trapanesi, che collaborano con l’Istituto di biologia marina del Libero consorzio universitario di Trapani. “Lo scopo –dice Giuseppe Stabile, presidente della sezione della Lega navale di Castellammare- è quello di sensibilizzare i giovani alla tutela del mare, che inizia con la salvaguardia dell’ambiente. Con la conoscenza del problema inquinamento vogliamo mettere in atto piani di prevenzione e grazie ai ragazzi, future generazioni, vogliamo far crescere la cultura della difesa della Natura. E ci siamo accorti, già con i primi incontri, che gli studenti sentono molto questi problemi”. I corsi si concluderanno contemporaneamente alla fine dell’anno scolastico con una giornata dedicata ad attività pratiche. Gli studenti, con i soci della Lega navale, saranno protagonisti di una giornata per la raccolta della plastica, diventata una piaga a livello globale. Ma le attività non si esauriscono con il coinvolgimento degli studenti perché dice Giuseppe Stabile: “ assieme alle Associazioni ambientaliste e a quelle che si occupano di assistenza a favore dei bambini portatori di handicap, utilizzeremo per le varie attività l’imbarcazione di 12 metri, confiscata a scafisti, che ci è stata donata dalla procura della repubblica di Siracusa”. Lo scorso anno la stessa Lega navale, assieme al Kiwanis club di Alcamo, impegnò una trentina di ragazzi Down, in un corso di vela e di lezioni sulla tutela del mare. Siglato anche un accordo di collaborazione con il Cnr di Castellammare per monitorare la poseidonia lungo le coste del Golfo. Conclusi i rilievi sarà avviato lo studio sullo stato di salute di questa pianta marina. Intanto la Lega navale ha avviato anche i preparativi per la Terza edizione della Coppa “Donna Florio”, riservata alle vele latine, ovvero ex barche da pesca “armate” con grandi vele, che si svolgerà fine giugno.. Durante l’estate la Lega navale ospita 180 imbarcazioni e anche quelle in transito, anche straniere” purché siano soci della Lega navale italiana o di quelle funzionanti all’estero.