Castellammare del Golfo-Detassazioni in centro storico e a Scopello per case e negozi

Continua il piano di recupero edilizio del centro storico da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicola Coppola. Anche quest’anno il Comune ha emanato il bando, sulla stessa falsa riga dello scorso anno, che garantisce agevolazioni economiche e fiscali per recuperare immobili nel cuore della città, ma anche nel borgo di Scopello e nella frazione di Balata di Baida. Incentivi anche per chi vuole avviare attività commerciali. Il governo cittadino ha però stanziato soltanto 30 mila euro per chi partecipa ai bandi riguardanti agevolazioni e contributi economici per il recupero di immobili nel centro storico e per l’avvio di nuove attività economiche e servizi. Davvero pochi i soldi previsti, molti meno rispetto allo scorso anno quando furono stanziati 6 mila euro. “Il fine – sottolinea il sindaco Nicola Coppola – è quello di dare decoro al centro storico e contemporaneamente creare nuove attività. Infatti anche quest’anno riproponiamo i bandi per offrire incentivi economici a fondo perduto per chi avvia nuove realtà commerciali o potenzia quelle esistenti, così da restituire decoro al centro storico riqualificando gli edifici esistenti e dare impulso commerciale alle attività turistico-ricettive. Per questo riproponiamo i bandi che, tengo a sottolineare, incentivano anche la mobilità sostenibile”. L’amministrazione comunale ha riproposto e riaperto i bandi per gli incentivi nel centro storico per “l’obiettivo congiunto di tutela e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, nell’ottica di una riconversione dello stesso a fini economici e turistico-ricettivi”. I regolamenti predisposti dall’amministrazione sono stati approvati lo scorso anno dal consiglio comunale. Le agevolazioni economiche per chi recupera immobili, non riguardano le attività di vendita di tabacchi, sale giochi e centri scommesse. Le tipologie di interventi edili ammessi sono lavori di restauro e risanamento conservativo, ripristino funzionale, manutenzione straordinaria e adeguamento alle norme antisismiche. Per chi intende avviare attività economiche in centro storico gli incentivi proposti riguardano vari aspetti della tassazione tra i quali la riduzione del 60 per cento della tassa di occupazione temporanea di suolo pubblico e riduzioni per un massimo del 60 per cento per Imu, Tosap e Tari. Per le agevolazioni e gli incentivi occorre presentare domanda entro il 30 novembre prossimo. Relativo bando e istanza di ammissione sono scaricabili dal sito del Comune di Castellammare del Golfo all’indirizzo www.comune.castellammare.tp.it.