Castellammare del Golfo-Da oggi a domenica il “Culturefest”, tra spettacoli e integrazione

Da oggi e sino a domenica Castellammare del Golfo diventa la capitale della cultura, dell’arte e della musica. Al via in fatti la terza edizione del “CastellammareCulturefest” con appuntamenti che intrecceranno fra loro incontri, arte, musica e solidarietà organizzati dall’associazione di volontariato Trinart. La manifestazione, la cui origine parte dal  2015, propone 4 giorni anche di workshop, presentazione libri e spazi per le diverse culture  presenti nel territorio. Anche quest’anno Abibata, Mamma Africa, la nota cuoca della Costa d’Avorio, due volte vincitrice del Couscous festival  di San Vito, terrà un workshop di cucina africana e sabato e domenica sarà presente con un proprio stand piazza Petrolo. Qui anche quest’anno sono stati invitati i richiedenti asilo ospiti dei due centri di seconda accoglienza (Sprar) presenti nel territorio. A loro è affidato il compito di gestire uno stand di degustazione di cibi da loro preparati. Ospite d’onore la famosa fotografa Shobha Battaglia che condurrà sabato e domenica un workshop di fotografia. Parteciperanno all’evento, assolutamente gratuito, 10 partecipanti di cui cinque posti riservati agli stranieri. La manifestazione avrà inizio oggi con l tour della street art  presente a Castellammare grazie alle residenza di artista dell’associazione Trinart (su prenotazione al  n. 3291968423/3493173574). Sempre oggi sarà possibile partecipare al worksop di danza orientale condotto dall’insegnante Helena Russo. Domani, venerdì 8 settembre, l’appuntamento è a piazza Petrolo alle 6 con il concerto all’alba del gruppo “Hellem Band”. Alle 19 apertura degli stand gastronomici. Alle 19,30 ci sarà l’incontro con Santo Lombino che racconterà la storia di una donna illustre nata a Castellammare nel secolo scorso ed emigrata negli Stati Uniti, la sarta d’alta moda Millie Galante. Alle 21 ospite del festival Valeria Calandra, responsabile di Sos Mediterranee Italia, durante la proiezione del documentario “Sos Mediterranee si racconta”, quindi seguirà un dibattito. Durante tutte le giornate sarà presente il camper medico del progetto PrevenGo di Arcigay Palermo che garantirà informazione e prevenzione sulle infezioni sessualmente trasmesse. Sabato 9 comincerà il workshop di fotografia condotto da Shobha Battaglia dal tema “La strada ti guarda” e il workshop di cucina siciliana  condotta da nonna Antonietta, anziana di Castellammare esperta nella realizzazione delle busiate.  Alle 19 si apre il villaggio dei  popoli con degustazioni di pietanze africane offerte dallo Sprar di Balata di Baida, alle 19,30 la biblioteca vivente, 7 storie da ascoltare e da vivere, in chiusura alle 21,30 il concerto della Hotze Band in programma domenica 10 settembre.