Castellammare del Golfo-Crisi edilizia, al Comune convocati operatori del settore

0
290

La IV commissione consiliare di Castellammare del Golfo chiama a raccolta i tecnici del settore edile di varia estrazione per raccogliere suggerimenti utili a far sbloccare l’attività del comparto che in paese è profondamente in crisi. Le audizioni si terranno i prossimi 8 e 15 marzo dalle 9,30 alle 12,30 direttamente al municipio nella sede dove si riunisce la commissione: “Abbiamo riscontrato – si legge – notevoli criticità che riguardano il comparto edilizio e il suo indotto. L’obiettivo è quello di assumere notizie e proporre soluzioni migliorative”. Ad essere chiamati a raccolta i tecnici liberi professionisti, titolari di imprese edili, rappresentanti di categoria del settore e soggetti economici comunque interessati. Le criticità in particolare riguardano una situazione di stallo complessivo inerente alla revisione del Piano regolatore generale, autorizzazioni e concessioni edilizie e sanatorie edilizie in primis. “Vogliamo verificare eventuali anomalie – aggiungono i componenti della commissione consiliare castellammarese – nell’attività amministrativa del settore dell’urbanistica”. Proprio recentemente è emerso a Castellammare il problema dell’ufficio Tecnico del Comune tanto che da quando si è insediato il nuovo governo cittadino guidato dal sindaco Nicola Coppola, nella primavera del 2013, non un solo piano di lottizzazione è approdato in consiglio comunale. Un allarme lanciato dal gruppo consiliare “Siamo Castellammare” e che ha trovato riscontro nelle parole del sindaco il quale ha ammesso che effettivamente ancora non vi è stata alcuna deliberazione in merito. Una netta inversione di tendenza se si considera che nella passata legislatura del sindaco Marzio Bresciani ad essere stati varati in 5 anni ben oltre 40 piani di lottizzazione, strumento che consente di urbanizzare nuove aree e completare l’edificazione nelle zone di espansione. Sotto questo aspetto il primo cittadino ha comunque assicurato che a breve arriveranno i primi piani di lottizzazione, rimasti congelati anche a causa dei ritardi nell’emissione del parere da parte della Regione. A proposito di urbanistica il sindaco ha anche preannunciato che è stato recentemente rivisto l’assetto dell’ufficio Piano: “Quindi questo significa – evidenzia Coppola – che daremo un’accelerata anche sul fronte della revisione del piano regolatore generale”.