Castellammare del Golfo-Comune al verde: aumentano gli indebitamenti con la Tesoreria

La carenza di liquidità costa cara al Comune di Castellammare del Golfo, ed in estrema sintesi ai cittadini. Il municipio, per fronteggiare la scarsa disponibilità immediata di denaro nelle proprie casse, è stata costretta a fare continue anticipazioni di tesoreria anche ben oltre a quelle che erano le previsioni. Alla tirata dei conti proprio in questi giorni il II Settore del Comune ha dovuto impegnare altri fondi dal proprio bilancio per far fronte agli interessi maturati che il Comune deve pagare alla propria banca di fiducia per avere anticipato per l’appunto somme in favore dell’ente.

In pratica è stato necessario per gli uffici impegnare altre 10 mila euro in più rispetto alle previsioni. Ad oggi a far da tesoriere al Comune castellammarese è il Credito Siciliano a cui è stato prorogato l’appalto sino al 31 dicembre di quest’anno nelle more dell’espletamento della gara per l’affidamento del servizio.

Il municipio, sulla base dell’accorso stabilito con l’istituto di credito, deve interessi sulle somme in anticipazione richieste pari al 3,5 per cento a cui sommare anche il tasso Euribor a 3 mesi che indica il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in Euro tra le principali banche europee. Da considerare che nel 2016 per ben tre volte quest’ultimo tasso è stato negativo e questo ha influito in maggiori costi per il Comune di conseguenza.

Da qui il Tesoriere Comunale ha addebitato di interessi passivi per avvenuto ricorso all’anticipazione di tesoreria quasi 19 mila euro relativi soltanto al IV° trimestre dello scorso anno. Non è andata molto meglio in questi primi 6 mesi del 2017: l’ammontare degli interessi maturati sull’anticipazione di cassa fino a giugno scorso sono saliti a poco più di 30 mila euro.

Proprio per questo è stato necessario agli uffici dover procedere ad un ulteriore impegno di spesa della somma di 10 mila euro all’incirca e questo per poter procedere alla regolarizzazione del sospeso di tesoreria relativo al IV trimestre 2016 dal momento che la somma residua che era stata prevista nel bilancio precedente era solo di 8 mila euro.